In Toscana sequestri di aragoste vive e pesce scaduto

Più di 40 illeciti, per circa 60 mila euro di sanzioni irrogate, e una tonnellata di prodotto sequestrato è il bilancio dell’operazione Aragosta, condotta la scorsa settimana dalla Direzione marittima della Toscana sull’intero ciclo di produzione-commercializzazione dei prodotti ittici, da parte di tutti gli uffici marittimi della Guardia co

Più di 40 illeciti, per circa 60 mila euro di sanzioni irrogate, e una tonnellata di prodotto sequestrato è il bilancio dell’operazione Aragosta, condotta la scorsa settimana dalla Direzione marittima della Toscana sull’intero ciclo di produzione-commercializzazione dei prodotti ittici, da parte di tutti gli uffici marittimi della Guardia costiera.

A Livorno sono stati sequestrate in una pescheria aragoste la cui specie, in questo periodo, è sottoposta a divieto di pesca e commercializzazione. Il titolare della pescheria è stato multato di 4 mila euro e gli animali ancora vivi sono stati liberati in mare alle secche della Meloria.

In un altro caso, insieme all’Unità funzionale sicurezza alimentare e veterinaria dell’Asl livornese, sono stati sequestrati 330 chili di prodotti ittici scaduti e di dubbia provenienza, trovati presso una pescheria del mercato centrale.

Altri 150 kg di prodotto, invece, sono stati sequestrati a un grossista fiorentino che deteneva per la vendita pesce scaduto e altro completamente privo di documenti che ne attestassero la provenienza. Analoga situazione, spiega la Guardia costiera, “si è verificata nel grossetano, dove i militari di Porto Santo Stefano hanno scoperto 250 kg di pesce nella cella frigo di una pescheria senza riuscire a risalire alla tracciabilità del prodotto”.

Un ristoratore pisano, infine, è stato denunciato per tentata frode in commercio: aveva pubblicizzato sulla stampa locale il menu per la festa della donna indicando, spiega la Direzione marittima, tra le portate le “frittelline di bianchetti (corrispondenti al novellame di alice, vietato dalla normativa) e invece era pesce ghiaccio cinese pescato in acque dolci della regione cinese di Tai Lake”.