Il datterino Igp si presenta all’Europa

Il datterino Igp di Pachino si presenta all’Europa: sarà il Fruit Logistica di Berlino, in programma dall’8 al 10 febbraio 2017 a ospitare il “debutto” dell’ultima tipologia di Pomodoro di Pachino a Indicazione Geografica Protetta dopo che il riconoscimento è stato ufficialmente sancito dalla pubblicazione sulla GU Serie Generale n.6 del 9 gennaio 2017.

Il datterino Igp di Pachino si presenta all’Europa: sarà il Fruit Logistica di Berlino, in programma dall’8 al 10 febbraio 2017 a ospitare il “debutto” dell’ultima tipologia di Pomodoro di Pachino a Indicazione Geografica Protetta dopo che il riconoscimento è stato ufficialmente sancito dalla pubblicazione sulla GU Serie Generale n.6 del 9 gennaio 2017.

La modifica del disciplinare di Produzione della IGP è stato un procedimento complesso che ha coinvolto sia la Regione Sicilia, che ha dato il primo parere, e successivamente il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Ottenuto il parere del Ministero il Disciplinare è poi approdato alla Commissione Europea che, verificata la bontà dell'iter amministrativo seguito, ha proceduto alla Pubblicazione nella GUUE del disciplinare modificato in cui sono state inserite le due nuove tipologie di pomodoro: plum e miniplum e cioè i pomodorini del tipo datterino e oblunghi del tipo allungato, che si sono aggiunti a quelle tradizionali, il ciliegino, il costoluto e il tondoliscio.

È un risultato importante, che consente al territorio di completare il riconoscimento del suo valore; le condizioni pedoclimatiche di questa parte della Sicilia rendono il prodotto unico e irripetibile, sia in termini di gusto che di proprietà.

Ciò è stato possibile anche grazie al contributo del Ministero delle Politiche Agricole, che in questi anni ha sostenuto importanti iniziative e campagne di comunicazione per la valorizzazione dei prodotti Dop  e Igp. 

photo credit to siracusa.gds.it/