I tortellini Made in Italy fanno sistema

Con un accordo appena siglato, Nestlé Italiana ha scelto Inalca (Gruppo Cremonini) per rifornire i propri prodotti a marchio Buitoni di carne di manzo 100% italiana: un modo, secondo le aziende coinvolte, anche per dare sostegno all'economia e alla

Con un accordo appena siglato, Nestlé Italiana ha scelto Inalca (Gruppo Cremonini) per rifornire i propri prodotti a marchio Buitoni di carne di manzo 100% italiana: un modo, secondo le aziende coinvolte, anche per dare sostegno all'economia e alla filiera agro-alimentare del nostro Paese.

"L’importanza dell’accordo – ha spiegato Leo Wencel, presidente e amministratore delegato di Nestlé Italiana – va al di là del valore economico. E’ un simbolo che rappresenta il nostro impegno per l’Italia nel restituire valore al territorio, alla filiera, all’immagine del Made in Italy. Acquistare le nostre materie prime in Italia, in un momento come questo, significa infatti agire concretamente per fare sistema e dare il nostro contributo alla creazione di valore aggiunto nel Paese e per il Paese".

"Quello dell'agro-alimentare – ha commentato Mario Guidi – è il miglior business che questo Paese possa avere. Il vero Made in Italy è dato da una sana sinergia tra i prodotti del territorio e l'ingegno italiano capace di valorizzarli per renderli di qualità. Accordi come questo valorizzano la sostenibilità sociale, economica e ambientale della filiera, in un'unione di tecnologia e tradizione. Questi due aspetti non sono affatto in conflitto, anzi: dobbiamo usare la tecnologia per difendere le nostre tradizioni".

Gli stabilimenti produttivi di Buitoni in Italia sono due: a Moretta in provincia di Cuneo e a Benevento, e impiegano in totale circa 300 persone. In particolare, è a Moretta che vengono prodotti, oltre ai sughi, anche le paste fresche ripiene, per un totale di 25 milioni di pezzi all’anno (pari a circa 7mila tonnellate). Con l'accordo appena siglato, ora i ripieni di pasta fresca "risponderanno ai requisiti di una catena di fornitura al 100% italiana, ovvero saranno capi nati, allevati e macellati in Italia".