I tesori del Lazio nella gdo

"Valorizzare nella Grande distribuzione (Gdo) dell'agroalimentare i prodotti di qualità del territorio laziale a chilometro zero".

"Valorizzare nella Grande distribuzione (Gdo) dell'agroalimentare i prodotti di qualità del territorio laziale a chilometro zero". Questo l'obiettivo di 'Tesori del Lazio', il progetto che Quality 2004, società che si occupa da anni dello sviluppo agroalimentare all'interno della Grande distribuzione organizzata, ha presentato nella sede dell'Azienda agricola Terre Sabine di Montelibretti, in provincia di Roma.

In una nota l'Arsial spiega che "il progetto, che ha avuto il patrocinio dell'Arsial, l'Agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione dell'agricoltura del Lazio, vede, per la prima volta nel settore agroalimentare, la Gdo confrontarsi direttamente con i produttori attraverso i gestori dei punti vendita laziali della Doc, la catena di supermercati di proprietà della UniCoop di Firenze. Alla presentazione hanno partecipato, infatti, ben quattordici dei punti vendita Doc presenti nel Lazio avviando con i produttori agricoli e la Grande distribuzione organizzata il primo momento di un lavoro sinergico che premierà la qualità dell'agroalimentare laziale".