I suggerimenti per un Natale eco

Il Natale rappresenta sempre più il simbolo del consumismo e anche in un periodo di crisi finanziaria e di inizio di recessione, quello del 2011 non si discosterà da questa tradizione,  come è confermato dagli addobbi stradali già accesi.

Il Natale rappresenta sempre più il simbolo del consumismo e anche in un periodo di crisi finanziaria e di inizio di recessione, quello del 2011 non si discosterà da questa tradizione,  come è confermato dagli addobbi stradali già accesi.

Il consumismo fa spesso dimenticare tutte le dichiarazioni d’intenti fatte in precedenza soprattutto in materia di difesa e tutela dell’ambiente e di inquinamento di siti e di cibi. Ed invece è possibile solennizzare meglio il Natale e cogliere l’occasione per riconfermare quei principi tanto dibattuti,  magari fino alla Vigilia,  mettendo in pratica i propositi fatti.

Greenpeace ha voluto ricordarlo in questi giorni formulando una sorta di decalogo di ciò che deve essere ricordato e per ciascun argomento principe del Natale, ha indicato la ricetta coerente con i principi. Scorrendola si vede che basta veramente poco per non distruggere l’ambiente e la natura e per stare meglio in salute.

Ecco di seguito il decalogo di Greenpeace:

L'Albero di Natale: sceglilo amico delle foreste. Invece di comprare quello vero,  utilizza i rami di potatura dei nostri boschi. Identico effetto e minor costo per te e l'ambiente.

Le luci: comprale a basso consumo. Per creare l'atmosfera natalizia preferisci lampade fluorescenti compatte (classe A).

Apparecchia la tavola senza distruggere le foreste. Se proprio non puoi evitare i prodotti di carta usa e getta, prima di acquistarli consulta la guida Foreste a rotoli.

Per il cenone: utilizza meno carne e prodotti a derivazione animale. Ridurrai il tuo impatto sull'ambiente e sul clima. Menù a base di pesce? Evita merluzzo, gamberi, tonno e pesce spada. Scegli pesce azzurro e consulta la guida ai consumi ittici. Attenzione anche al tonno in scatola, troppo spesso nelle nostre scatolette finiscono specie in declino, pescate con metodi ben poco sostenibili. Consulta il  sito 'Tonno in trappola'.

Natale libero da OGM! Privilegia prodotti provenienti da agricoltura biologica, locali e stagionali. Scegli le primizie che provengono da luoghi vicino a casa tua e che non comportano l'utilizzo di prodotti chimici inquinanti.

Regali hi-tech: verifica che rispettino l'ambiente. Prima dell'acquisto consulta l'Eco-guida.

Vuoi regalare un capo d'abbigliamento sportivo o glamour? Scegli le aziende "toxics free"! Grazie alla campagna Detox lanciata a luglio 2011 aziende come Nike, Adidas, Puma e H&M si sono impegnate a eliminare entro il 2020 le sostanze tossiche dai prodotti in commercio. Libri e giocattoli amici delle foreste.

Se vuoi regalare un libro, sceglilo in carta amica delle foreste. Per i più piccoli c'è il gioco da tavolo 'Gioca con Tango', per imparare divertendosi a salvare le ultime foreste del Pianeta.