Gubbio, successo per la mostra dei dolci prodotti nei monasteri

Ora et assapora”, la prima mostra-mercato di dolci dei monasteri che ha reso più golosi i pomeriggi eugubini, ha fatto centro.

Ora et assapora”, la prima mostra-mercato di dolci dei monasteri che ha reso più golosi i pomeriggi eugubini, ha fatto centro. Davvero tanti i turisti e non solo che dal 27 al 31 dicembre hanno visitato gli Arconi di via Baldassini, assaggiando le delizie sfornate da conventi e monasteri della zona.

Dalle Monache di Betlemme e dell’Assunzione della Vergine Maria di Pisciano alle Sorelle povere di Santa Chiara della Santissima Trinità di Gubbio: numerose e molto apprezzate le ricette “claustrali” proposte ai visitatori.

Un’iniziativa doppiamente “buona”, perché il ricavato della mostra-mercato verrà devoluto alla Caritas diocesana e destinato ai bambini della casa-famiglia attiva a Radulac, in Kosovo, da oltre una decina di anni. L’associazione dei commercianti del centro storico “Gubbio fa Centro”, che ha avuto l’idea dell’evento, ha ricevuto da più parti complimenti e attestati di stima, tanto che si sta già lavorando all’edizione 2013 della mostra, come assicura il presidente Ivo Lucci.

Forti la sinergia e la collaborazione attivate a vari livelli dall’associazione: Confcommercio e Confartigianato su tutti, ma anche diverse pasticcerie eugubine, come L’Arte Golosa, la Pasticceria Italia, la Milledolci e Le Delizie, che nel corso della mostra hanno riproposto ricette di dolci e leccornie dei monasteri dalle tradizioni antichissime, tramandate da suore e monache, ma anche dai “colleghi” uomini, nei conventi maschili.