Grano italiano, produzione al ribasso

Si sono ormai concluse le operazioni di trebbiatura del grano in quasi tutta Italia ed i produttori fanno le somme di un’annata agraria fortemente condizionata dal maltempo della primavera.

Si sono ormai concluse le operazioni di trebbiatura del grano in quasi tutta Italia ed i produttori fanno le somme di un’annata agraria fortemente condizionata dal maltempo della primavera.  Infatti il raccolto del frumento tenero del 2013 esce molto ridimensionato da un andamento climatico primaverile sfavorevole, freddo e piovoso, che in alcune zone del Nord si è protratto anche oltre la metà di giugno.

Le semine autunnali del 2012, effettuate regolarmente e in crescita del 2,4% rispetto all’anno precedente, avrebbero potuto far scommettere su di un leggero aumento della produzione di frumento tenero. Ma le cose sono andate diversamente, e per come si è sviluppata successivamente la coltura nel 2013, il calo di produzione avrebbe anche potuto superare il 10% stimato oggi sotto trebbia.

Con un raccolto nazionale in calo, il prezzo del frumento tenero dovrebbe aumentare o, quanto meno, tenere nonostante le importazioni di prodotto estero, ma con un trend del mercato così orientato al basso si allontana la prospettiva di quotazioni elevate come quelle della passata campagna.