Frost & Sullivan: ricerca sulla mobilità

LONDRA – Non ci saranno più città progettate a misura d’auto, ma auto progettate in base a mega-città: 4,5 miliardi di persone entro il 2020 risiederà nei centri abitati.

LONDRA – Non ci saranno più città progettate a misura d’auto, ma auto progettate in base a mega-città: 4,5 miliardi di persone entro il 2020 risiederà nei centri abitati.

Da una recente indagine condotta da Frost & Sullivan emerge appunto che quattro miliardi e mezzo di persone, vale a dire circa il 60% della popolazione mondiale, entro il 2020 risiederà nelle città. Saranno proprio le città e non le zone rurali a guidare la creazione di nuova ricchezza nel futuro. Questa straordinaria crescita della popolazione e dell’economia porterà allo sviluppo di mega-città e di mega-regioni, con un forte impatto sulla mobilità individuale e sui trasporti del futuro.

Per poter accelerare l’attuazione della visione di mobilità da parte di enti governativi, settore pubblico e aziende, Frost & Sullivan ha in tal senso organizzato il seminario “Urban Mobility 3.0 growth opportunities in smart mobility business models, infrastructure and eservice platforms” che si terra’ a Londra il 15 e 16 giugno 2011.

Il seminario vedrà la partecipazione di Sarwant Singh, Partner e Automotive & Transportation Practice Director di Frost & Sullivan. “Non ci saranno più città progettate a misura d’auto, ma auto progettate in base a queste mega-città – afferma Singh. “Le case automobilistiche, in conseguenza dell’urbanizzazione, dovranno valutare la propria presenza sul mercato non quali produttori di auto, ma per garantire la mobilità individuale”.

“Per gli abitanti delle future mega-città, il trasporto intermodale sarà più comodo grazie al concetto di soluzione dinamica del trasporto che integra diversi sistemi in un’unica entità – commenta Singh. “Nonostante questa idea stia solo muovendo i suoi primi passi e gli azionisti stiano operando in modo del tutto indipendente, per il futuro si prevede un approccio integrato. Oggi vediamo nuovi attori entrare a far parte di questo mercato e proporre nuove soluzioni di mobilità integrata” aggiunge Singh.

“Domani vedremo operatori dei trasporti (di ferrovie e autobus), operatori dei telefoni cellulari, provider di servizi IT ed agenzie di prenotazioni online fornire direttamente a casa del cliente soluzioni multi-servizio. Questi integratori di mobilità porteranno le soluzioni di trasporto verso ulteriori sviluppi integrando interamente i fornitori di servizi di trasporto a breve o lungo raggio per dar vita così ad un’unica soluzione”.

Per maggiori informazioni sulle analisi di Frost & Sullivan relative alla mobilità urbana oppure sul seminario che si terrà a Londra, si prega di invare una mail a Chiara Carella, head of corporate communications di Frost & Sullivan, all’indirizzo: chiara.carella@frost.com.