Friuli-Venezia Giulia, più tempo per accertamenti danni siccità

La Regione Friuli-Venezia Giulia avrà sessanta giorni di tempo in più per accertare i danni subiti dalle aziende agricole a causa della siccità che ha colpito la regione nell’estate scorsa.

La Regione Friuli-Venezia Giulia avrà sessanta giorni di tempo in più per accertare i danni subiti dalle aziende agricole a causa della siccità che ha colpito la regione nell’estate scorsa.

Lo ha deciso la Giunta regionale, che ha approvato la delibera proposta dall’assessore alle Risorse rurali agroalimentari e forestali, Claudio Violino. Poiché le operazioni di delimitazione, individuazione e stima dei danni sono risultate particolarmente laboriose, non è stato possibile rispettare il termine perentorio dei sessanta giorni, previsto dal Decreto legislativo del 2004, entro cui adottare la relativa deliberazione.

Con la stessa delibera, l’esecutivo regionale ha stabilito di richiedere al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali di dichiarare l’esistenza di eccezionale calamità naturale per l’evento siccità verificatosi dal 14 giugno al 30 agosto 2012 in Friuli-Venezia Giulia.