Ferrara, ecco il Salone nazionale delle Sagre

Più di cento sagre racchiuse in un solo evento, dove poter gustare la migliore tradizione enogastronomica proveniente da ogni angolo d’Italia. Il 13 e 14 aprile torna al Quartiere fieristico di Ferrara il Salone Nazionale delle Sagre e Misen (Mostrassaggi Interprovinciale Sagre Enogastronomiche).

Più di cento sagre racchiuse in un solo evento, dove poter gustare la migliore tradizione enogastronomica proveniente da ogni angolo d’Italia. Il 13 e 14 aprile torna al Quartiere fieristico di Ferrara il Salone Nazionale delle Sagre e Misen (Mostrassaggi Interprovinciale Sagre Enogastronomiche).

Giunta alla sua terza edizione, questa manifestazione unica in Italia celebra le “nozze” tra la cucina di qualità e le tradizioni, con i padiglioni della Fiera che si riempiono dei profumi e dei sapori dell’Emilia-Romagna, del Veneto, della Puglia, della Sardegna, della Valle d’Aosta, dell’Umbria, della Toscana, della Campania e di molte altre regioni.

Organizzato da Ferrara Fiere Congressi e dall’Associazione Turistica Sagre e Dintorni, con il patrocinio di Provincia, Comune e Camera di Commercio di Ferrara, il Salone permette ai visitatori, con un solo biglietto di ingresso, di consumare liberamente i piatti di tutte le Sagre presenti al Salone e trascorrere piacevolmente la giornata, grazie a un programma ricco di attrazioni, gare, dimostrazioni, convegni.

Intorno alla buona tavola e all’arte culinaria ruoteranno alcuni appuntamenti molto “succulenti” e spettacolari, come il “Primo Gran Galà della Salama da sugo” e “La sfoglia d’oro”. Con il “Gran Galà della Salama”, organizzato in collaborazione con l’Associazione Professionale Cuochi Italiani, la salamina da sugo – da oltre cinque secoli regina incontrastata della gastronomia ferrarese – sarà la protagonista di un’avvincente sfida, aperta a chiunque voglia cimentarsi nella preparazione dello squisito insaccato.

L’esito della competizione sarà deciso da una giuria di esperti, ma il pubblico presente non resterà a bocca asciutta: assaggi delle salamine cucinate dai concorrenti verranno, infatti, distribuiti gratuitamente a fine gara. A tenere la scena de “La sfoglia d’oro” saranno, invece, le mani sapienti e agguerrite delle “sfogline” delle Sagre, che si contenderanno il primo premio a colpi di mattarello. Nel pomeriggio di domenica 14 aprile, l’Associazione Professionale Cuochi Italiani – Delegazione di Ferrara si esibirà anche in una dimostrazione sui dolci tipici ferraresi. Gli appassionati di danze potranno esibirsi al Gran Galà del Liscio, con le migliori orchestre e l’animazione del gruppo “Musicallegria”.