Faenza: dal 9 all’11 marzo la Mostra dell’agricoltura

Il Centro fieristico provinciale di Faenza (Ravenna) accoglie due importanti eventi che, data la longevità, hanno accompagnato i vari e molteplici cambiamenti del mondo dell’agricoltura negli ultimi settantacinque anni: la Mostra dell’Agricoltura specializzata regionale, giunta alla 75a edizione, e il Mo.Me.Vi.

Il Centro fieristico provinciale di Faenza (Ravenna) accoglie due importanti eventi che, data la longevità, hanno accompagnato i vari e molteplici cambiamenti del mondo dell’agricoltura negli ultimi settantacinque anni: la Mostra dell’Agricoltura specializzata regionale, giunta alla 75a edizione, e il Mo.Me.Vi. dedicato alle macchine per la vitivinicoltura, che di edizioni ne conta 36.

L’appuntamento è fissato nei giorni 9, 10 e 11 marzo. La caratteristica del doppio evento faentino è l’intreccio di grande specializzazione, rappresentato da una parte dal “saper fare” degli artigiani–costruttori che producono attrezzature e macchine personalizzate per rispondere alle esigenze del singolo agricoltore, e dall’altra dall’esposizione delle novità delle grandi case costruttrici nazionali e internazionali tramite i loro rivenditori.

E’ il caso della Krone, famosa casa costruttrice tedesca già leader nel segmento delle presse quadre, che ha ulteriormente investito per dare vita a una nuova gamma di macchinari, che impressiona per la velocità alla raccolta e per l’elevato livello tecnologico delle proprie soluzioni ingegneristiche. Krone Italia, tramite il proprio rappresentante F.lli Morlini di Medicina di Bologna, porterà alla Mostra dell’Agricoltura di Faenza, in anteprima assoluta per l’Italia, la “Big Pack Highspeed”, modello 1290 Xc Hdp.

Si tratta del top di gamma fra le rotopresse, grandi e performanti macchinari per la fienagione capaci di produrre balle di 120 centimetri per 90 ad una velocità mai raggiunta prima. Ai due settori tradizionali della fiera, anche quest’anno si affianca il Mercato dei Contadini nel quale le aziende multifunzionali della provincia di Ravenna saranno presenti per proporre prodotti e servizi che arricchiscono il panorama agricolo locale.

Nei tre giorni di fiera il visitatore potrà acquistare direttamente dal produttore, nel rispetto della filosofia del “chilometro zero”: salumi, formaggi, piadina romagnola, frutta, verdura, marmellate, mieli, vini, aceti e altri prodotti tipici, piantine da giardino e da orto.

L’edizione 2012 dell’evento fieristico faentino può inoltre vantare la rinnovata collaborazione con il CRPV Soc. Coop. Centro Ricerche Produzioni Vegetali di Cesena che proporrà: venerdì 9 marzo ore 15 nella sala convegni, il seminario dedicato specificamente al settore della viticoltura: “I giallumi della vite: risultati del monitoraggio condotto nei vigneti dell’Emilia-Romagna”, mentre sabato 10 ore 10 l’incontro “Le vecchie varietà del territorio” nel quale Claudio Buscaroli e Stefano Tellarini presenteranno Le pesche Buco Incavato e la pera Mora di Faenza: le loro caratteristiche, la storia e le attività previste per il loro recupero, salvaguardia e valorizzazione. Moderatore degli incontri sarà Antonio Venturi, dirigente del settore Politiche agricole e Sviluppo rurale della Provincia di Ravenna. L’ingresso alla fiera è gratuito.

Orari di apertura: venerdì 9 dalle ore 16 alle 21, sabato 10 dalle ore 9 alle 21, domenica 11 dalle ore 9 alle 19.

Per informazioni: Faenza Fiere S.r.l tel. 0546-621111, www.faenzafiere.it