Epatite A nei frutti di bosco surgelati, 5 nuovi casi a Torino

Cinque nuovi casi di frutti di bosco surgelati, contaminati dal virus dell'epatite A, sono stati scoperti a Torino dalle analisi disposte da Raffaele Guariniello, che il mese scorso aveva aperto un'inchiesta.

Cinque nuovi casi di frutti di bosco surgelati, contaminati dal virus dell'epatite A, sono stati scoperti a Torino dalle analisi disposte da Raffaele Guariniello, che il mese scorso aveva aperto un'inchiesta.

Si tratta di prodotti prelevati in supermercati torinesi provenienti dall'estero e commercializzati da ditte di Lombardia e Emilia-Romagna. I casi sono stati segnalati al ministero della Salute.

Chiesta una rogatoria a Polonia, Ucraina e Canada, da dove provengono i frutti, e disposti nuovi campionamenti in Italia. Il Ministero della Salute ha recentemente rinnovato l'invito a consumare i frutti di bosco surgelati solo dopo bollitura di almeno due minuti