Due nuove igp da Francia e Slovenia

È sloveno il primo olio di semi di zucca registrato IGP (Reg. 901 del 02.10.2012 – GUUE L286 del 03.10.2012 – Cat. Oli e grassi). Lo Štajersko Prekmursko Bucno Olje IGP è un olio alimentare vegetale, non raffinato, prodotto da semi di zucca di prima qualità, ottenuti da zucche da olio.

È sloveno il primo olio di semi di zucca registrato IGP (Reg. 901 del 02.10.2012 – GUUE L286 del 03.10.2012 – Cat. Oli e grassi). Lo Štajersko Prekmursko Bucno Olje IGP è un olio alimentare vegetale, non raffinato, prodotto da semi di zucca di prima qualità, ottenuti da zucche da olio.

I semi vengono prima tostati e poi spremuti. Particolare il colore, cha va dal verde scuro al rosso, decisamente caratteristici l’ aroma e il gusto. Buona la composizione in acidi grassi: contiene circa il 20 % di acidi grassi saturi, quasi il 35 % di acidi grassi monoinsaturi e circa il 45 % di acidi grassi polinsaturi.

Peculiarità dell’olio di semi di zucca è la presenza di tocoferoli, poiché contiene circa 50 mg di vitamina E per 100 g d'olio. Questo tipo di olio contiene inoltre altre vitamine, microelementi, carotenoidi, acidi amminici rari ed un colorante naturale, la clorofilla. La zona di produzione è situata nelle regioni della Štajerska e del Prekmurje.

Ancora una carne di agnello è stata invece registrata per la Francia, nella categorie carni fresche. La nuova registrazione Agneau de lait des Pyrénées IGP (Reg. 900 del 02.10.2012 – GUUE L286 del 03.10.2012) si riferisce alla carne fresca di agnello di razza da latte, di età non superiore ai 45 giorni, per un peso carcassa da 4,5 kg a 11 kg.

Gli animali appartengono a razze da latte rustiche e locali di pecora come la Manech testa rossa, la Manech testa nera o razza basco-bearnese. Grazie all'alimentazione esclusivamente a base di latte materno, la carne è succosa e leggermente più grassa di quella degli agnelli da macello.

Il tipo di alimentazione di solo latte materno, assieme alla giovane età, determina anche il colore bianco rosato della carne cruda, che è tenera e poco fibrosa. La carne di agnello da latte dei Pirenei è inoltre nota per avere un sapore meno accentuato rispetto a quella degli agnelli da macello; senza quel gusto di “lana” più o meno pronunciato nella carne degli agnelli da macello.

Si tratta di un prodotto stagionale, perché gli animali vengono abbattuti solo nel periodo tra il 15 ottobre e il 15 giugno. La carne viene commercializzata sotto forma di carcassa intera o mezzena, in pezzi pronti per il taglio o in porzioni pronte per il consumo. La zona di produzione è situata in alcuni comuni dei dipartimenti dei Pirenei Atlantici e Alti Pirenei.