Calabria: progetto “Nuovi giovani imprenditori”

L’assessorato alle Attività produttive della Regione Calabria ha avviato, con la fondazione Field, la seconda fase del progetto regionale “Nuovi Giovani Imprenditori”. L’iniziativa – informa una nota – si è tenuta nel centro agroalimentare di Lamezia Terme.

L’assessorato alle Attività produttive della Regione Calabria ha avviato, con la fondazione Field, la seconda fase del progetto regionale “Nuovi Giovani Imprenditori”. L’iniziativa – informa una nota – si è tenuta nel centro agroalimentare di Lamezia Terme. Dopo i saluti di Mimmo Barile, presidente della Field, i lavori, coordinati da Pasquale De Pietro, sono stati introdotti da Caterina Nano e Barbara Battelli, responsabili per la Fondazione, rispettivamente, dell’area animazione e del progetto Nuovi Giovani Imprenditori, le quali hanno illustrato il percorso di accompagnamento già avviato nelle scuole medie superiori e nelle università, anticipando le fasi successive.

La giornata è proseguita con le testimonianze di giovani imprenditori calabresi, Sebastiano Caffo, presidente dei giovani imprenditori di Confindustria Calabria, Giuseppe Pedà, vice presidente nazionale di Confcommercio giovani e Renato Cantafio, presidente di Confartigianato giovani Calabria, i quali hanno raccontato al numeroso pubblico presente le loro esperienze personali, sottolineando la complessità che comporta l’avvio e la gestione di un’azienda, ma anche la soddisfazione di offrire prodotti e servizi di qualità.

Caterina Nano ha poi dato alcune indicazioni sul bando di prossima pubblicazione che consentirà l’avvio di nuove imprese giovanili.

L’assessore alle Attività produttive, Antonio Caridi, ha concluso i lavori esprimendo soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa e del lavoro svolto sul territorio dal presidente della Field Mimmo Barile e da tutta la Fondazione. In tutto sono stati coinvolti 78 tra istituti e atenei, oltre 3.800 studenti interessati, 800 idee imprenditoriali elaborate, circa mille registrazioni sul portale ufficiale (www.impresapossibile.it) e 28 testimonianze.