Calabria: furti a ripetizione presso aziende agricole

Ennesimo furto di prodotti e mezzi tecnici per l’agricoltura in Calabria. Ora è toccato all’agenzia di Rossano del Consorzio agrario green Calabria (già Consorzio agrario di Cosenza).

Ennesimo furto di prodotti e mezzi tecnici per l’agricoltura in Calabria. Ora è toccato all’agenzia di Rossano del Consorzio agrario green Calabria (già Consorzio agrario di Cosenza). Dopo quanto accaduto recentemente nelle agenzie di Villapiana, Mongrassano e Spezzano Albanese, dove ignoti hanno scassinato nottetempo gli accessi ai depositi, prelevando ingenti quantità di merce destinate alla rivendita, l’ultimo episodio ha provocato un ingente danno alle strutture del Consorzio, ed ammanchi per diverse decine di migliaia di euro, oltre a gravi disagi agli agricoltori in attesa di ricevere la consegna delle merci ordinate e destinate alle colture.

Così come accaduto tempo fa a Villapiana inoltre, è stata trafugata un’ingente quantità di gasolio agevolato per uso agricolo: è evidente che tale prodotto, i concimi, i fitofarmaci, e l’altra merce trafugata, non potrà che essere reintrodotta localmente sul mercato, ad uso di quanti dovessero prestarsi ad acquisti al fuori dei canali distributivi autorizzati e regolari.

Numerosi sono recentemente i casi in cui la Guardia di Finanza ha individuato proprio sulla vendita del gasolio agricolo e sui concimi, truffe e raggiri ai danni degli imprenditori agricoli e degli operatori onesti. Carburante adulterato con sostanze proibite, tarature manomesse, ed inoltre confezioni di concimi con marchio falsificato e prodotti non conformi alle etichette. L’utilizzo dei prodotti rubati, adulterati o falsi, non solo è reato, e quindi passibile di sanzioni penali, per quanto è una forma scorretta di concorrenza e genera un danno a tutta l’economia agricola, quella calabrese in particolare che piuttosto avrebbe bisogno di ulteriore sostegno.

L’impiego inoltre di tali prodotti, senza il supporto professionale dei tecnici che il Consorzio mette a disposizione degli agricoltori, potrebbe risultare improprio e dannoso per le colture.

Il Consorzio agrario green Calabria, azienda cooperativa al servizio dell’agricoltura, e di proprietà degli agricoltori soci, è attiva sul territorio da 110 anni, ed è l’interlocutore privilegiato da sempre per le forniture di mezzi tecnici destinati all’agricoltura. Grazie alla sua storia, alla presenza consolidata sul territorio, ai rapporti privilegiati con i produttori dei mezzi necessari per l’agricoltura, alla sua vocazione centenaria come interlocutore a garanzia della qualità del prodotto, il Consorzio agrario è un punto di riferimento irrinunciabile a salvaguardia ed a tutela degli agricoltori e dei consumatori.

Il Consorzio agrario inoltre è inserito da protagonista irrinunciabile all’interno del progetto nazionale della Filiera Agricola Italiana, con l’obiettivo di realizzare un grande sistema agroalimentare che premi i produttori e offra ai consumatori prodotti di qualità e a un giusto prezzo. Tagliare le intermediazioni; arrivare ad offrire il prodotto agricolo “cento per cento italiano” firmato dagli agricoltori; creare più concorrenza e trasparenza; offrire più potere contrattuale agli agricoltori; garantire più vantaggi per i cittadini: questi sono le finalità per le quali il Consorzio opera. E’ evidente che gli episodi di furto e danneggiamento ai danni del Consorzio, e la eventuale connivenza di operatori privi di scrupolo, minano alla base la possibilità di conseguire i risultati a beneficio della collettività e dell’economia agricola calabrese.