Bressanone, chiude il Festival della Montagna

L’International Mountain Summit ha chiuso i battenti lo scorso sabato sera con il film „Still alive“ e la successiva discussione. Reinhold Messner ha festeggiato la sua prima volta da regista ed ha animato il palco dell’IMS insieme ai protagonisti di questa sua ennesima avventura.  

L’International Mountain Summit ha chiuso i battenti lo scorso sabato sera con il film „Still alive“ e la successiva discussione. Reinhold Messner ha festeggiato la sua prima volta da regista ed ha animato il palco dell’IMS insieme ai protagonisti di questa sua ennesima avventura.  

“Still Alive“ non é il tradizionale film che racconta un incidente avvenuto in montagna. Reinhold Messner per il suo debutto alla regia voleva riuscire a fare un documentario in grado di contenere tutte quelle componenti che riguardano le persone. Vi viene raccontata la drammatica azione di salvataggio sul monte Kenia del 1970, organizzata per soccorrere i medici austriaci Gert Judmaier e Oswald Oelz. Reinhold Messner ha sottolineato come sostanzialmente sia stata la montagna a definire la regia del film: “La montagna non é calcolabile, siamo noi a doverci adeguare ad essa“. In apertura di serata é stato consegnato il tradizionale premio Paul Preuss, che viene conferito a quegli alpinisti capaci di realizzare imprese fuori dal comune. Quest’anno il premio é andato ad Hansjörg Auer, proveniente dal paese di Zams, nel Nordtirolo, che scalando in free solo la „Via attraverso il pesce“ sulla parete sud della Marmolada, ha compiuto a suo tempo una rivoluzione senza precedenti.

In collaborazione con l’Alpen Verein sudtirolese si é poi svolta a Bressanone l’assemblea generale della UIAA, l’associazione che riunisce i piú importanti club alpini del mondo. Come da tradizione si sono poi svolte le classiche escursioni IMS. Oltre alla IMS.Youth.Walk con oltre 500 studenti partecipanti, sono state proposte delle escursioni a tema, come la visita alle miniere di Villandro, la gita di cultura erboristica e gastronomica „Kräuter, Knödel e Kabarett“ guidata dall’attore Lukas Lobis, e quella piú orientata al mondo imprenditoriale „Business.offline und Kühe“, in cui l’imprenditore finanziario Florian Meister ha aperto le porte della malga che gestisce con la sua squadra durante i mesi estivi nella valle di Fundres. Chiusa l’edizione del 2016 si aprono i lavori per quella del 2017, che si terrá dal 9 al 16 ottobre, sempre a Bressanone.