Boom di iscrizioni agli istituti agrari nelle Marche

Lo rivela la Coldiretti delle Marche, dopo una prima valutazione del numero di iscrizioni alle scuole superiori professionali del settore.

Lo rivela la Coldiretti delle Marche, dopo una prima valutazione del numero di iscrizioni alle scuole superiori professionali del settore. Sono circa 630 i ragazzi che dal prossimo settembre si cimenteranno con materie come trasformazione dei prodotti, enologia e gestione dell'ambiente, un centinaio in piu' rispetto al 2012.

Un segnale, secondo l'associazione, di un rinnovato interesse per l'agricoltura, considerata uno sbocco lavorativo soprattutto in un territorio duramente provato dalla crisi dell'industria. Piacciono anche le nuove occasioni professionali che vanno dall'agrigelataio al sommelier della frutta, dall'affinatore di formaggi al birraio a chilometri zero, allo stagionatore di miele.

Tra gli istituti, segnalano incrementi record il 'Garibaldi' di Macerata (+60%), ma anche l''Ulpiani' di Ascoli Piceno (+30%). Ottimo risultato anche per l'Istituto 'Vivarelli' di Fabriano mentre il 'Cecchi' di Pesaro conferma i numeri dello scorso anno, con 200 nuovi iscritti (+40%). E se oggi gli imprenditori agricoli con una laurea sono gia' il 6% crescono anche le iscrizioni alla Facolta' di Agraria dell'Universita' Politecnica delle Marche.