Bioetica: a Napoli lectio magistralis di Hugo Engelhard

Nella sala consiliare del Comune di Napoli si è tenuta la lectio magistralis del professor Hugo Tristam Engelhardt jr, uno dei più importanti esperti di bioetica a livello mondiale che in questa sua prima esperienza a Napoli ha presentato il suo ultimo lavoro "Viaggi in Italia".

Nella sala consiliare del Comune di Napoli si è tenuta la lectio magistralis del professor Hugo Tristam Engelhardt jr, uno dei più importanti esperti di bioetica a livello mondiale che in questa sua prima esperienza a Napoli ha presentato il suo ultimo lavoro "Viaggi in Italia".

Il professor Engelhardt è stato accolto dal presidente del Consiglio comunale Raimondo Pasquino, dal vicepresidente Fulvio Frezza, dai presidenti della Consulta di Bioetica nazionale e campana Maurizio Mori e Piero Di Blasio e dalla professoressa Emilia D'Antuono. Un breve indirizzo di saluto è stato pronunciato anche dal prefetto di Napoli De Martino e dall’assessore alle Pari Opportunità del Comune Giuseppina Tommasielli e dal vicepresidente del consiglio comunale Elena Coccia e, a nome della Provincia di Napoli dal consigliere Giovanni Bellerè.

Nella sua conferenza, intitolata "Religion, politics and the State in modern secularized societies", il professor Engelhardt, che è un cristiano, ha esposto la tesi fondamentale del suo libro che è riassumibile nel tentativo di arrivare ad una bioetica di tipo laico, fondata sull'accordo – basato sul consenso dell'individuo – tra diverse posizioni morali e valori.

La sua tesi prende l'avvio dalla constatazione del fallimento del progetto della cultura occidentale di arrivare ad una fondazione sulla ragione della morale valida per tutti. L'incontro si è concluso con l'invito da parte dell’amministrazione a tornare nella nostra città e con la consegna al professore texano di una stampa della città da parte dell’assessore Tommasielli e di una targa commemorativa, consegnata da Frezza, da parte del consiglio comunale.