Bilancio europeo vicino all’approvazione

Il Consiglio dei ministri dell'Unione europea ha adottato la bozza del bilancio Ue 2014, dopo l'accordo di massima raggiunto a fine giugno con l'Europarlamento: 142 miliardi e 230 milioni di euro gli impegni previsti, 135 miliardi i pagamenti, su cui ora dovrà esprimersi definitivamente il Pe.

Il Consiglio dei ministri dell'Unione europea ha adottato la bozza del bilancio Ue 2014, dopo l'accordo di massima raggiunto a fine giugno con l'Europarlamento: 142 miliardi e 230 milioni di euro gli impegni previsti, 135 miliardi i pagamenti, su cui ora dovrà esprimersi definitivamente il Pe.

Il bilancio 2014 rispetta i massimali di spesa previsti nell'ambito del nuovo Quadro Finanziario Pluriennale, lasciando tuttavia margini di azione per eventuali esigenze impreviste. Gli importi degli impegni e dei pagamenti scendono infatti, rispettivamente, da 142,23 miliardi a 141,77 miliardi di euro e da 135 a 134,8 miliardi di euro, se si escludono gli strumenti specifici al di fuori del QFP.

Rispetto al bilancio Ue 2013, nella bozza gli impegni diminuiscono di euro 9,3 miliardi e i pagamenti aumentano di 1,79 miliardi di euro. Se invece si confronta con la proposta dalla Commissione europea, la posizione del Consiglio prevede una riduzione di 240,68 milioni di euro in impegni e di 1,06 miliardi di euro in pagamenti. I tagli non interessano tuttavia nuove azioni come l'iniziativa per l'occupazione giovanile.

La posizione del Consiglio, che serve da mandato alla presidenza di turno lituana per concludere il negoziato con il Parlamento europeo, sarà discussa dal Pe a partire dal 21 ottobre. In caso di mancato accordo tra Consiglio e Parlamento, è previsto un periodo di conciliazione di tre settimane, con avvio il 24 ottobre e scadenza il 13 novembre 2013.