Bike sharing in montagna, l’esperienza della valle di Ledro

Da qualche anno il bike sharing si sta affermando come mezzo di trasporto ideale nel traffico cittadino; tuttavia, sperimentarlo in alta montagna, circondati dal silenzio, è un’altra cosa.

Da qualche anno il bike sharing si sta affermando come mezzo di trasporto ideale nel traffico cittadino; tuttavia, sperimentarlo in alta montagna, circondati dal silenzio, è un’altra cosa.

E’ ciò che accade nella cornice della Valle più verde d’Italia, dove arrivano le prime 10 biciclette elettriche Frisbee049 cross (complete di forcella da montagna) capaci di un’autonomia di 70-80 km sul piano, a pedalata servo assistita, che vanno ad integrare i servizi offerti al turista sul territorio.

Da quest’estate, famiglie e turisti potranno percorrere (senza troppa fatica) le salite e i tornanti della Valle di Ledro con il «bike-sharing elettrico». È possibile avere sia il seggiolino per bambino (max 22 kg.), sia caschi per tutte le taglie. Inoltre si può noleggiare la bici per più giorni grazie a un comodo carica batterie da connettere alla presa di casa (tempo di carica 5 ore). 

Un progetto per il turismo sostenibile attivato dalla Cooperativa SOLE in collaborazione con il Consorzio per il turismo della Valle di Ledro, che nel suo Statuto ha proprio l’obiettivo di creare un modello socio-economico virtuoso, attraverso progetti pilota che diffondano l’impiego delle energie rinnovabili e dell'eco sostenibilità.

Per mettersi in sella basterà raggiungere uno dei tre punti di installazione del servizio: Pieve di Ledro – dove si trova la pensilina già attiva – e nel 2016 anche Molina di Ledro, e Tiarno di Sopra. Il primo sharing point si trova nel piazzale antistante agli uffici della sede del Consorzio, per promuovere e gestire al meglio le prime fasi di tale servizio. Distribuire sul territorio più stazioni offrirà ai ciclisti “green” un'opportunità in più per poter scoprire tutto il panorama turistico senza problemi di autonomia di carica, avendo stazioni di rimessaggio che consentono la sosta temporanea e la ricarica del mezzo.

Questo servizio per il turismo ecosostenibile è da considerarsi un valore aggiunto di grande interesse pubblico che allinea la Valle di Ledro con altre realtà presenti in Trentino dove sono già avviati progetti di Bike Sharing segnalati sia a livello provinciale che europeo.

Grazie all'e-bike è possibile visitare i luoghi d'interesse, unici nel panorama mondiale, che caratterizzano il suggestivo paesaggio ledrense, coinvolgendo un target molto ampio di turisti, dal giovane all’anziano.

I costi vanno dagli 8 euro all’ora fino ai 25 euro per l’intera giornata. Gli orari di ritiro e consegna dal lunedì alla domenica 8:30-12:30/ 15:30-19:00