Bellezze cinesi alle prese con la cucina Made in Italy

Per diventare la Sofia Loren cinese non basta sfilare in costume e avere un bel corpo come per Sofia Loren quando fu eletta Miss Italia. É necessario che le top model cinesi sappiano anche superare prove di abilità che hanno a che fare con il Made in Italy.

Per diventare la Sofia Loren cinese non basta sfilare in costume e avere un bel corpo come per Sofia Loren quando fu eletta Miss Italia. É necessario che le top model cinesi sappiano anche superare prove di abilità che hanno a che fare con il Made in Italy. È il concetto alla base di un concorso per modelle trasformato in reality show, il Loren Chinese Top Model Contest 2012, che viene girato in Italia e che sarà poi trasmesso dall'emittente statale Guangxi Satellite Tv tra ottobre e novembre.

Dieci puntate di 25 minuti l'una dedicate alle eccellenze italiane, protagoniste 16 ragazze tra i 18 e i 22 anni chiamate a cimentarsi in prove insolite come fare la pasta a mano o vendemmiare. In questi giorni la troupe è nelle Marche, tra le province di Fermo e Ascoli Piceno, dove le ragazze hanno dovuto tirare a mano la sfoglia per confezionare i famosi maccheroncini di Campofilone, essiccarla e tagliarla. Poi cucinarla, ma anche venderla sulla spiaggia di Porto San Giorgio (Fermo) in confezioni personalizzate, che sono andate a ruba. Set principale la Campofilone srl nell'omonimo paesino: grembiule e cappello a coprire i capelli, ma perfettamente truccate, le aspiranti top si sono schierate davanti a tavoli di marmo per preparare la sfoglia (la ''pannella'' come si dice da queste parti) seguendo le istruzioni di due maestre pastaie dell'azienda, dotata anche di una ''scuola di pasta''. Le docenti alla fine della prova si sono congratulate: le cinesine si sono dimostrate le migliori fra i tanti allievi da loro seguiti. ''Sarà per la loro tradizione culinaria e gastronomica – riflette il titolare Enzo Rossi – in fin dei conti gli spaghetti li hanno inventati loro''.

Nei prossimi giorni la troupe si sposterà presso la Cantina Ciù Ciù di Offida (Ascoli Piceno): le ragazze dovranno raccogliere l'uva e pigiarla con i piedi nella piazza centrale del paese. Nel fine settimana le concorrenti torneranno a impegnarsi nella moda, con una tappa presso la Fabi Shoes di Monte San Giusto e il laboratorio di gioielli di Alessia Fabiani, che ha quattro negozi in Cina. La settimana successiva la troupe approderà in Emilia Romagna a Castrocaro (Forlì, Cesena): al centro delle prove il benessere e la cura del corpo.