Bari: convegno regionale sulle malattie in agricoltura

ROMA – “Prevenire e conoscere le malattie professionali in agricoltura” è il titolo del convegno – che rientra nel Programma Nazionale di Educazione Continua in Medicina del Ministero della Salute – che ha avuto luogo a Bari, presso l’Hotel Majesty, promosso dalla direzione regionale dell’Inail Puglia, con il patrocinio della Regione Puglia – assessorato alle Politiche della Salute, del Policlinico di Bari e della Fimmg (Federazion

ROMA – “Prevenire e conoscere le malattie professionali in agricoltura” è il titolo del convegno – che rientra nel Programma Nazionale di Educazione Continua in Medicina del Ministero della Salute – che ha avuto luogo a Bari, presso l’Hotel Majesty, promosso dalla direzione regionale dell’Inail Puglia, con il patrocinio della Regione Puglia – assessorato alle Politiche della Salute, del Policlinico di Bari e della Fimmg (Federazione italiana medici di famiglia).

I promotori hanno voluto riproporre all’attenzione del mondo scientifico, attraverso questo convegno, gli infortuni e le malattie professionali in agricoltura, con particolare approfondimento sugli aspetti di prevenzione. Conoscere le dinamiche degli infortuni e le condizioni di rischio che determinano l’insorgenza delle malattie professionali costituisce premessa basilare per individuare idonee misure tecniche, organizzative e procedurali atte a determinarne la prevenzione.

E’ compito delle parti sociali sensibilizzare gli addetti ai lavori ed i medici cui compete in particolare la responsabilità di sospettare la presenza o riconoscere una malattia che possa essere riconducibile ad una esposizione professionale e denunciarne la presenza, così come curare le conseguenze di un infortunio allo scopo di reinserire rapidamente il soggetto al lavoro. Il convegno ha offerto un puntuale, esaustivo aggiornamento sulle politiche di prevenzione e sui principali percorsi per fronteggiare gli infortuni e far emergere le malattie professionali in agricoltura per essere da stimolo alla ricerca di efficaci percorsi e strumenti di prevenzione.

Prevenire è, naturalmente, eticamente giusto, ma prevenire è anche conveniente economicamente per la collettività: occorre creare le condizioni che rimuovano radicalmente le cause degli infortuni e delle malattie professionali. Prevenzione, dunque: un obiettivo imprescindibile. Il convegno rivolto a tutti i medici della Regione Puglia, ma anche agli operatori del settore agricolo e ai laureati in scienze della prevenzione e tecniche della prevenzione ambientale e dei luoghi di lavoro, ha avuto un’ampia partecipazione. All’iniziativa faranno seguito altre edizioni, una per ogni provincia pugliese, allo scopo di avvicinare l’attività formativa ai suoi destinatari nonché per cogliere le particolarità produttive delle diverse aree.

Tra i partecipanti all’evento: Mario Longo (Direttore Regionale Inail Puglia), Tommaso Fiore (assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia), Onofrio Resta (assessore alle Attività Produttive della Provincia di Bari), Michele Losappio (presidente SeL – Sinistra Ecologia e Libertà Consiglio Regionale della Puglia), Vitangelo Dattoli (direttore generale Azienda ospedaliero – universitaria consorziale Policlinico Bari), Filippo Anelli (segretario regionale Fimmg Puglia).