“Barbaresco”, ora anche ristorante a San Pietroburgo

BARBARESCO (CUNEO) – Lo scorso 10 febbraio a San Pietroburgo, in Russia, è stato inaugurato “Barbaresco”, un nuovo ristorante di cucina di qualità con vini e prodotti delle Langhe e delle regioni italiane.

Il nome, oltre ad essere quello del noto vino conosciuto in tutto il mondo, è anche quello del meno conosciuto piccolo paese di appena 600 abitanti nel cuore delle Langhe, in provincia di Cuneo, che dà appunto il nome a uno dei principali rossi del Piemonte. Il nuovo locale propone specialità regionali della cucina tradizionale o rivisitata, sotto la mano esperta dello chef Carmelo Carnevale, 35 anni, di cui dieci a Londra dove ha lavorato all’Harris Bar. L’inaugurazione del ristorante “Barbaresco” ha avuto un testimonial d’eccezione, l’attore francese e produttore di vino Gerard Depardieu, grande amante dell’Italia e adesso promotore delle specialità agroalimentari ed enoturistiche del nostro Paese nel mondo. Insieme a Depardieu un gruppo di produttori di Barbaresco, accompagnati dall’assessore regionale al Turismo, Alberto Cirio; dal sindaco del comune di Barbaresco, Alberto Bianco; dal direttore dell’Ente del turismo Alba Bra Langhe e Roero, Mauro Carbone; e da Pietro Giovannini, vice presidente dell’Enoteca regionale del Barbaresco.

All’inaugurazione del locale erano presenti anche i produttori Alberto di Gresy, proprietario della cantina Martinenga; Roberto Minuto di Cascina Luisin e Italo Stupino dell’azienda Castello di Neive. Il ristorante “Barbaresco” è stato aperto da un gruppo di investitori russi della Global Point, con interessi nel marketing, nella comunicazione e nel “fuoricasa”, già titolare di altri importanti locali a San Pietroburgo e Mosca. L’idea di un ristorante di cucina italiana di qualità dedicato al piccolo Comune del Piemonte è maturata dopo una serie di visite nelle Langhe, alla scoperta del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche. La cucina propone specialità tipiche del Piemonte, vini di Barbaresco, della regione e di altre importanti aree vinicole italiane.

Il concept del ristorante ripropone negli arredi l’atmosfera di un accogliente locale dall’ambiente rustico ma elegante, in legno scuro, con tante foto di Barbaresco e delle sue colline e alcuni cartelli e insegne stradali che indicano la direzione del paese. “Un gruppo di investitori russi apre un ristorante di alta cucina italiana e un testimonial francese conosciuto in tutto il mondo, l’attore e vitivinicoltore Gerard Depardieu, viene a promuoverlo: questa è una chiara testimonianza del primato dell’enogastronomia piemontese e italiana nel mondo – è il commento dell’assessore regionale al Turismo del Piemonte, Alberto Cirio. “Per il comune di Barbaresco e per le nostre cantine è un grande motivo di orgoglio sapere che in un mercato importante e in crescita come la Russia c’è adesso un ristorante che promuove le bellezze paesaggistiche e la qualità dei prodotti del territorio – evidenzia il sindaco Alberto Bianco. “Non per forza un ristorante deve avere il nome di Roma o Venezia, ma anche quello di un piccolo paese dell’Italia rurale, come il nostro, che rappresenta una comunità di 600 persone su una collina delle Langhe, nel cuore del Piemonte”.