Beta version

Dalla Sicilia lo zucchero d'uva cristallizzato

09/04/2014 | Realtà locali
A partire da quest’anno è infatti possibile utilizzare anche in cantina lo “zucchero” d’uva

E' puro e di origine naturale, è cristallino ed ora anche autorizzato. La svolta per la cantina arriva dal vigneto, in particolare dal vigneto siciliano. A partire da quest’anno è infatti possibile utilizzare anche in cantina lo “zucchero” d’uva, ovvero il Mosto Concentrato Rettificato Solido.

È una delle novità più consistenti introdotte dalla nuova Ocm unica (Organizzazione comune di mercato - Regolamento UE 1308/2013) entrata recentemente in vigore. Se ne è parlato ieri alla tavola rotonda “Mosto Concentrato Rettificato Solido: tecniche di utilizzo e riferimenti legislativi” organizzata nell’ambito di Vinitaly da Naturalia Ingredients Srl, la prima e unica azienda al mondo a produrre zuccheri d’uva cristallini, nata da una joint venture tra Cantine Foraci, storica azienda siciliana specializzata nella produzione di vini, mosti e succhi derivati dall’uva, ed Eridania Sadam, sub holding del comparto alimentare e agroindustriale del Gruppo Maccaferri di Bologna.

L’appuntamento ha costituito un’occasione unica di confronto, per approfondire tutti gli aspetti legati all’utilizzo dello zucchero cristallino d’uva nei campi di applicazione del settore vinicolo. Una soluzione nuova, prodotta a partire dal 2012 in provincia di Trapani e frutto di un processo innovativo tutto naturale e brevettato a livello internazionale, applicabile con successo nel settore alimentare (bevande, dolciario, prodotti da forno, prodotti a base di latte, preparati di frutta) ma anche in quello dietetico/ nutraceutico, così come nella cosmesi naturale.

Sono intervenute numerose personalità, come il Dott. Michele Alessi, Dirigente Settore Vitivinicolo del Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali), ed il Dott. Dario Caltabellotta, Assessore Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea della Regione Sicilia.