Beta version

Vino, ottime stime per il 2018

12/09/2018 | Agricoltura
I risultati presentati in seno alle Previsioni Vendemmiali 2018

Italia e viticoltura vanno ancora d’accordo. Il Belpaese si conferma leader come produttore. Per il 2018 si prevede una buona vendemmia che permetterà al settore vitivinicolo di migliorare dopo un anno difficile. La produzione è stata stimata complessivamente in 49 milioni di ettolitri (+15%) rispetto ai 42,5 milioni dello scorso anno. 

Il risultato riavvicina l'Italia alle medie pre-2017. Si tratta di una crescita rilevante che delinea un quadro nel complesso positivo seppure con qualche criticità, in particolare la Sud. E’ emerso nel corso della presentazione delle Previsioni vendemmiali 2018, presso il ministero dell'Agricoltura, evento organizzato da Unione italiana vino, in collaborazione on Ismea e Osservatorio del vino.

Secondo il ministro Centinaio "la tendenza fa ben sperare per l'intero comparto del vino. Occorre investire in ricerca, innovazione puntando sulla semplificazione per rendere le nostre aziende sempre più competitive". Il vino, "ambasciatore del Made in Italy, è un prodotto con un forte appeal a livello internazionale". 

Proprio per questo - ha concluso - il Mipaaft ha sloccato il bando per la promozione Ocm Vino e ha costituito il Comitato nazionale vini dop e Igp. "Vogliano costruire una nuova strategia - ha detto in ultimo - la promozione è fondamentale per andare sui mercati internazionali". Bisogna creare il "delta positivo di valore legato alla distintività del vino italiano investendo sulla differenziazione dell'offerta e sulla qualità"