Beta version

Veneto, trovato mangime alla diossina

03/07/2014 | Realtà locali
La contaminazione è stata originata da una partita di mais di provenienza ucraina

Nel Polesine l'Ulss 18, con una nota, ha informato del rinvenimento di mangime contaminato dalla diossina di origine dell'est Europa. Si legge infatti che «la sezione di veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Veneto ha trasmesso un elenco di mangimi per animali contaminati da diossina, ricevuto dalla Regione Umbria e rientrante nel quadro del sistema europeo di rintraccio degli alimenti e mangimi contaminati».

La contaminazione è stata originata da una partita di mais di provenienza ucraina, sbarcato nel porto di Ravenna, poi fornito a industrie mangimistiche italiane. Il mangime sarebbe stato acquistato da piccoli rivenditori e non imprese agricole.