Beta version

Veneto: bando “investimenti non produttivi” Avepa

21/05/2012 | Realtà locali
In scadenza i termini per la presentazione delle domande di finanziamento all’organismo pagatore Avepa per i cosiddetti “investimenti non produttivi”

Scadono il prossimo 29 giugno i termini per la presentazione delle domande di finanziamento all’organismo pagatore Avepa per i cosiddetti “investimenti non produttivi” previsti dalla Misura 216 del Programma di sviluppo rurale del Veneto.

E’ quanto prevede il bando “il cui obiettivo è di sostenere azioni di tutela delle acque, della fauna, della biodiversità e del territorio nell’ambito del miglioramento complessivo dell’ambiente e delle zone di campagna – come sottolinea l’assessore regionale all’agricoltura del Veneto, Franco Manzato.

Per questa misura, il bando regionale ha attivato cinque azioni, mettendo a disposizione aiuti per complessivi 12 milioni e 600mila euro. “Tra queste - prosegue l’assessore - di particolare importanza è l’azione 6 per il recupero naturalistico dei territori montani a rischio di abbandono, con lo scopo di conservare i prati e i pascoli e proteggere gli spazi rurali montani. Per queste finalità sono a disposizione 10 milioni di euro che coprono l’intera spesa sostenuta fino ad un tetto massimo di 110 mila euro per ciascun progetto”.

E’ inoltre possibile richiedere contributi per l’impianto di nuove fasce tampone, siepi e boschetti (azione 5). “Questo tipo di interventi - conclude l’assessore - vuole migliorare il rapporto delle aziende agricole con l’ambiente e le risorse naturali del territorio. Gli aiuti ammontano a 2 milioni 300 mila euro. Sono previsti 300 mila euro complessivi per le azioni 1, 2 e 3, dedicate alla creazione di strutture per l’osservazione e per la diffusione della fauna e alla realizzazione di zone di fitodepurazione e zone umide”.