Beta version

Un software per avere la migliore vendemmia possibile

31/03/2015 | Agricoltura
Si basa sui big data ed elabora in pochi secondi enormi quantità di dati

Da oggi è possibile ottenere la migliore qualità possibile di vino e risparmiare sui costi di vendemmia, ottimizzandola. Ciò grazie ad Algo-Wine, un software gestionale di Ors Group, alleato prezioso per viticoltori ed enologi. Il programma si basa su di un algoritmo matematico e sulla teoria dei big data. 

Infatti, ogni viticoltore ha a sua disposizione un volume di informazioni (big data) inerenti non solo al tipo di uva o di vino che si vuol produrre, ma anche al tipo di terreno, la sua esposizione alla luce e al calore, la quantità di precipitazioni e di rugiada che si è depositata al mattino e via discorrendo. Tutte le informazioni possono essere misurate e correlate allo stato di crescita e di maturazione dell’uva al susseguirsi dei diversi eventi fenologici, così come per ogni altro prodotto agricolo. Dividendo quindi il vigneto in blocchi omogenei di crescita, è possibile prevedere quando ogni singolo blocco maturerà.

Ogni azienda vitivinicola potrà in questo modo disporre di aggiornate stime sullo stadio di maturazione di ogni tipologia di uva, in modo da vendemmiare ciascun filare al momento ottimale ed evitare così, per esempio, che eccessi di raccolto degradino la qualità del vino, oppure che il ritardo nella raccolta vada ad inficiare i parametrici chimici necessari per mantenere struttura ed aromi. 

Finora, spettava al viticoltore e/o all’enologo il compito di assaggiare l’uva giorno dopo giorno, sondarne la consistenza, il colore, lo spessore della buccia e il sapore, oltre a fare frequenti e costose analisi di laboratorio, per capire quando gli zuccheri e gli acidi raggiungono il loro punto di equilibrio. Ora, ciò sarà possibile mediante questo software, basato appunto su complessi algoritmi che processano in pochi secondi migliaia di informazioni sui più diversi parametri onde calcolare il momento migliore per la raccolta.

Un altro strumento che può aiutare il mondo agricolo a conigare sapienza e tecnologia. Così come per la gestione della cantina, ad esempio. La corretta gestione della cantina, infatti, può influenzare l’esito qualitativo del vino: se si vendemmia una quantità di grappoli eccessiva, per esempio, e non c’è sufficiente spazio nelle vasche di decantazione, l’uva dovrà aspettare per entrare in lavorazione, anche se, una volta staccata dalla pianta, la qualità di zuccheri e polifenoli peggiorerà molto velocemente.