Beta version

Turismo in Italia, ristorazione sempre più forte

19/06/2019 | Qualità
Il mangiare per gli stranieri vale quasi 10 miliardi

Quanto vale il turismo straniero nel nostro Paese? Quasi 10 miliardi, almeno per quello che riguarda la ristorazione. È quasi 1/4 della spesa dei turisti stranieri in vacanza in Italia (22%), per un totale di ben 9,23 miliardi di euro nel 2018, in crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Emerge da una analisi sulla base dell'indagine della Banca d'Italia sul turismo internazionale, che evidenzia un tasso sostenuto nella crescita della spesa dei viaggiatori stranieri in Italia che raggiunge i 41,7 miliardi.

La spesa alimentare in vacanza non riguarda solo i ristoranti, ma si estende ad altre occasioni come pizzerie, tavole calde, bar, agriturismi ma anche cibo di strada o specialità enogastronomiche in mercati, feste e sagre di Paese. Senza dimenticare l’importanza raggiunta dal souvenir enogastronomico da riportare a casa dopo le vacanze, gadget diventato il piu’ apprezzato dagli ospiti stranieri, dalla mozzarella di bufala in Campania al formaggio Asiago in Veneto, dal pecorino della Sardegna al prosciutto San Daniele nelle montagne del Friuli, per tacere del vino. Agroalimentare, dunque, vera carta da giocare per il made in Italy.