Beta version

Turismo enogastronomico, gli italiani cercano il cibo locale

25/01/2018 | Agricoltura
Il comparto cresce del 10% in un anno

La vita degli italiani è sempre più orientata al buon cibo, fino ad esserne praticamente condizionata. Lo si vede anche dall’uso che si fa del tempo libero e durante i viaggi. Quello enogastronomico non risente della crisi:  è scelto da un italiano su tre. Nell’ultimo anno è cresciuto di quasi il 10 per cento, passando dal 21% del 2016 (come rilevato da Food Travel Monitor 2016) a un 30% di turisti che si spostano per motivi prettamente culinari.

Il dato emerge dal rapporto enogastronomico italiano, preparato sotto l’egida dell’Università di Bergamo e della World Food Travel Association. Toscana, Sicilia e Puglia sono ancora le mete scelte dagli italiani sempre più in  cerca di qualità e  sostenibilità. Dopo il cibo locale, i mercati e i food truck  risultano essere al top delle preferenze.

Le esperienze food più popolari, dopo il mangiare piatti tipici del luogo in un ristorante locale (indicata dal 73% dei turisti), sono: visitare un mercato con  prodotti del territorio  (70%)  e comprare cibo da un  food truck (59%) Forte è pure l’interesse  verso il  beverage non solo vino ma anche birra locale.