Beta version

Trento: nuovi bandi per la presentazione di domande in agricoltura

26/06/2012 | Realtà locali
Via libera a cinque nuovi bandi per sostenere iniziative del comparto agricolo.

La Giunta provinciale di Trento, approvando la deliberazione dell’assessore all’Agricoltura, Tiziano Mellarini, ha dato il via libera a cinque nuovi bandi per sostenere iniziative del comparto agricolo. Ha riservato i finanziamenti a progetti immediatamente realizzabili con conseguenti ricadute su altri settori economici nonché opportunità di occupazione per gli operatori locali. ll target degli investimenti è infatti tarato in modo da dare opportunità di accesso agli aiuti a diversi operatori e in modo da attivare iniziative di immediata assegnazione e realizzazione.

“Questi nuovi bandi – spiega l’assessore Tiziano Mellarini – movimentano risorse importanti, per circa 70 milioni di euro e sono stati presentati ai responsabili delle varie categorie e delle organizzazioni sindacali del settore, durante un recente incontro con il Tavolo Verde. Testimoniano la sempre particolare attenzione della Provincia per un comparto, quello dell’agricoltura, che svolge un ruolo determinante nel complesso delle attività economiche del Trentino”.

La prima fase di impegno di risorse, nello scorso marzo, aveva visto prioritariamente concessi gli aiuti ai giovani agricoltori. Ora, con questa ulteriore assegnazione del bilancio provinciale, si intende dare continuità alle politiche comunitarie dello sviluppo rurale che con quasi due anni di anticipo sui tempi programmati hanno già completamente utilizzato le risorse rese disponibili dalla Unione Europea e dallo Stato. Complessivamente, vengono ora stanziati ulteriori 24.860.000 euro sul bilancio provinciale per il 2012. A questa cifra si aggiungono sei milioni di euro sul bilancio pluriennale e 867mila euro di aiuti in annualità costanti.

Oltre la metà di queste risorse saranno riservate agli investimenti promossi da aziende agricole ed in particolare alle domande presentate sul bando chiuso lo scorso autunno per la misura 121 dello Sviluppo rurale - circa dieci milioni di euro e ulteriori due milioni di euro per iniziative del settore zootecnico ed ittico che saranno agevolate sulla legge provinciale 4 del 2003. In coerenza con le politiche di sviluppo e raccordo tra agricoltura e turismo saranno agevolate tutte le domande presentate dal settore agriturismo con un impegno di 3.370.000 di euro.

A sostegno delle opere di infrastrutturazione e difesa del territorio di montagna sono riservati 4.150.000 euro ai quali vanno aggiunti 650mila euro in annualità costanti, per la realizzazione di viabilità e reti di servizio alle comunità rurali, oltre a progetti di completamento dell’importante percorso di razionalizzazione dell’uso dell’acqua irrigua, fornendo agli operatori corretti strumenti di risposta in previsione della revisione delle concessioni nel 2016. Le rimanenti risorse sono riservate per progetti promossi dal comparto cooperativo ed in particolare per i settori frutticolo e lattiero-caseario per la realizzazione di nuove strutture e per l’adeguamento delle capacità e delle tecnologie di lavorazione e conservazione dei prodotti conferiti dagli agricoltori soci.