Beta version

Trentino: un patrimonio di palafitte, patrimonio Unesco

03/07/2012 | Realtà locali
Le celebrazioni per il primo anniversario dell’inserimento di Ledro nella lista dei siti palafitticoli Unesco patrimonio dell’umanità

Si sono svolte a Ledro, in provincia di Trento, le celebrazioni per il primo anniversario dell’inserimento di Ledro nella lista dei siti palafitticoli Unesco patrimonio dell’umanità.

I siti preistorici delle palafitte del lago di Ledro e di Fiavé, emblema delle radici e della memoria collettiva di un territorio, sono inseriti nella lista del patrimonio mondiale Unisco. Ciò rappresenta un orgoglio per tutta la regione. I due musei trentini che conservano le testimonianze archeologiche relative a questi insediamenti hanno festeggiato il prestigioso riconoscimento con tre giornate di eventi.

Domenica 1 luglio, presso il parco del Museo a Ledro, i responsabili dei due enti, dei comuni e della Provincia autonoma di Trento hanno accolto il pubblico nel corso della presentazione ufficiale della manifestazione. A seguire l’inizio della festa, con esperti archeologi che hanno guidato i partecipanti alla scoperta di gesti e attività produttivi della preistoria come la fusione, la lavorazione dell’argilla e della selce. Al contempo, i rappresentanti di altri musei palafitticoli - italiani e non - assieme a studiosi del settore hanno dialogato con il pubblico sul tema del patrimonio culturale e sull’importanza della sua tutela. La serata è culminata con il concerto del jazzista Milan Svoboda e della Big Band Vos Kjj, composta dagli studenti della Scuola di specializzazione superiore del conservatorio di Praga.

Nel corso della serata i “polentari” della Valle di Ledro hanno offerto ai presenti il piatto tipico della tradizione contadina del territorio, la famosa polenta. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alle popolazioni terremotate dell’Emilia, al fine di ricostruire la scuola elementare di San Possidonio (Modena).

Lunedì 2 e martedì 3 luglio, esperti nel campo della divulgazione museale, addetti ai lavori e studenti hanno partecipato ad “Officina Ledro” l’annuale summer school che quest’anno ha avuto come tema proprio il Patrimonio Unesco. “Un patrimonio di palafitte” è stato organizzato dal Museo delle Palafitte del Lago di Ledro, in collaborazione con il Comune di Ledro e il Consorzio Pro Loco della Valle di Ledro, con la partecipazione della Provincia Autonoma di Trento e del Museo delle Palafitte di Fiavé.

L’iniziativa è il primo degli appuntamenti di “Palafittando”, il ricco programma di laboratori di archeologia sperimentale e imitativa, concerti, spettacoli ed eventi a tema che ogni estate anima il museo. Tutto il programma è consultabile sul sito www.palafitteledro.it.