Beta version

Torino: giornata sull’efficienza energetica

18/03/2015 | Energia
A Torino ci sarà una giornata di studio su Smart Grid e servizi per la Smart home.

L’industria “smart” e l’università si incontrano per fare sistema. A Torino, martedì 14 aprile 2015, ci sarà una giornata di studio su Smart Grid e servizi per la Smart home (efficienza energetica). L’appuntamento, promosso dall’associazione Energy@home e denominato “Energy@home University Day”, avrà luogo martedì 14 aprile a Torino, presso l’auditorium di Telecom Italia (via Olivetti n. 6) con inizio alle ore 10.

In un contesto globale di crescente attenzione al tema dell’efficienza energetica, il convegno vuole aprire una finestra sui progetti di ricerca italiani che studiano le architetture, le tecnologie e i modelli di business per nuovi servizi che, sfruttando la comunicazione fra la Smart Home e la Smart Grid, sono in grado di adattare i consumi elettrici in armonia con le esigenze della rete e con il comfort e gli stili di vita di chi vive la casa, compresa quella rurale.

“Sarà un momento di riflessione che non vuole solo mettere a confronto tecnologie e progetti diversi - spiega Fabio Bellifemine, direttore dell’associazione Energy@home. “È indispensabile che industria e mondo della ricerca trovino punti di contatto e sinergie operative; soltanto così si potrà realizzare quell’innovazione continua che è la chiave del successo nel campo delle tecnologie smart”.

Per l’apertura dei lavori, Energy@home ha invitato Silvia Vianello, consulente strategico di marketing e marketing professor presso la Sda Bocconi nonché co-autrice del libro “GreenWebEconomics”, la quale presenterà una panoramica internazionale sulle strategie di marketing e sulle iniziative di business nel contesto della Smart Home. Per introdurre le tematiche della comunicazione tra la Smart Home e la Smart Grid e dei servizi a valore aggiunto post-contatore, l’associazione ha inoltre invitato Luca Lo Schiavo, responsabile della Unità regolazioni caratteristiche e innovative  della Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (Aeegsi), che presenterà il punto di vista della regolazione e lo stato delle attività di consultazione in corso. Il convegno proseguirà poi con tre sessioni tecniche dove saranno presentati dieci progetti universitari. 

“Abbiamo invitato le università italiane e gli istituti di ricerca a proporre i loro progetti – racconta Sergio Brambilla, consigliere dell’associazione “Energy@home” – abbiamo ricevuto 25 proposte e selezionato i dieci progetti più significativi che presenteranno la visione per il futuro e i risultati fin qui raggiunti”. Nel foyer dell’auditorium sarà allestita un’area dimostrativa per dare l’opportunità di approfondire i risultati presentati e di stabilire contatti per future collaborazioni.

La partecipazione al convegno è gratuita previa registrazione inviando una e-mail a secretariat@energy-home.it  Le registrazioni saranno accettate fino a raggiungimento dei posti.

“Energy@home” è un’associazione senza fini di lucro fondata a luglio 2012 da quattro grandi imprese italiane e che oggi comprende 24 associati; essa è un caso emblematico di positiva collaborazione tra aziende - sia concorrenti su medesimi mercati sia appartenenti a settori differenti - che studiano assieme le tecnologie e le modalità per creare nuove opportunità di mercato e per costituire un “ecosistema” in ambito residenziale che miri all’efficienza energetica. Utilizzando un protocollo di comunicazione non proprietario e standardizzato, la comunicazione tra i dispositivi in casa diviene lo strumento per fornire ai consumatori le funzionalità necessarie al monitoraggio e al controllo della propria smart home nonché dei propri consumi elettrici. Nel breve termine “Energy@home” si focalizza sullo sviluppo di un mercato di servizi a valore aggiunto post-contatore per il consumatore domestico e per la smart home. Nel medio termine, essa punta a stimolare la creazione di un nuovo mercato per i servizi di flessibilità della domanda grazie ai quali i consumatori potranno rendere disponibile al sistema elettrico, a fronte di una specifica remunerazione, una quota di flessibilità della potenza impegnata.

Sono associati di “Energy@home” le seguenti aziende: Electrolux, Enel distribuzione, Indesit company, Telecom Italia, Edison, Vodafone, Whirlpool, Abb, Altran, Apio, Assurant Solutions, EuropAssistance, Eurotherm, Flash Reply,  Flexgrid srl, Freescale, Gemino, i-EM srl, Ismb, Lyt Inc., Mac srl, Renesas, Stmicroelectronics, Urmet Group.