Beta version

Tavolo tecnico per la crisi del kiwi in Veneto

17/09/2015 | Realtà locali
L’incontro con l’assessore è stato promosso da imprenditori agricoli e sindaci

Un tavolo tecnico per affrontare l’emergenza della “moria del kiwi” ed individuare possibili soluzioni. Sarà avviato dall’assessore regionale all’Agricoltura, Giuseppe Pan.

Dopo anni difficili per i frutteti, soprattutto, scaligeri, colpiti dalla batteriosi, da qualche tempo il problema principale dell’actinidia è la moria. Il fenomeno si è manifestato su mille dei 3mila ettari di terreno coltivato nella provincia scaligera. 

Persa una parte considerevole della produzione per un giro d’affari quantificato in circa 50 milioni di euro solo quest’anno e 300 posti di lavoro. La maggior parte delle aziende colpite si trova nell’Ovest veronese, dove si produce la quota più rilevante del Veneto, quarta regione d’Italia, con 5milioni di quintali all’anno.

L’incontro con l’assessore è stato promosso da imprenditori agricoli e sindaci dei Comuni sul cui territorio insistono le aree coltivate ad actinidia e maggiormente danneggiate, che hanno chiesto risposte alla Regione in tempi rapidi anche sulla possibilità di accedere ad indennizzi ed agevolazioni per il reimpianto.