Beta version

Buone tavole dei Berici: rassegna a Vicenza

20/03/2013 | Realtà locali
La cucina, si dice, si fa prima nell'orto e poi nella pentola.In Veneto si associa al teatro.

La cucina, si dice, si fa prima nell’orto e poi nella pentola. Perché è il buon ingrediente che fa il buon piatto. Una filosofia assurta a metodo per quanto riguarda le “Buone tavole dei Berici”, un gruppo di ristoratori della provincia di Vicenza che da più di trent’anni insieme usano e valorizzano prodotti del territorio.

I loro menu, infatti si affidano alle stagioni e alle materie prime più genuine e ricche di sapore. Per dar vita al prossimo ciclo di serate legate ai piatti della tradizione realizzato in collaborazione con Confcommercio, le “Buone tavole dei Berici” hanno scelto come tema conduttore il teatro, o meglio, il teatro veneto.

Ad ogni cena, infatti, la cucina sarà palcoscenico e insieme protagonista di sette storie rappresentate da attori che reciteranno brani tratti dalle commedie di Carlo Goldoni o dalle opere di Emanuele Zuccato, commediografi che hanno celebrato il “mangiare Veneto”. Ad ogni brano scelto per la recita è collegato uno o più piatti che ne compongono il naturale abbinamento, in un perfetto “passo a due” fra la ricetta evocata e quella infine realizzata.

Il ciclo delle serate inizia il 31 maggio alla Trattoria Zamboni di Lapio con il tema “Da Bassano a Cimadolmo” per continuare il 21 giugno al Piccolo Mondo di Zovencedo con “Storie contadine tra capezzagne e campi”. Il 19 luglio è di scena l’Osteria Toni Cuco di Grancona con “Le merende del vespero estivo”, mentre dopo l’estate, il 13 settembre si riprende con l’Antica OsteriaPenacio di Soghe di Arcugnano con “La donna di garbo e la polenta di Rosaura”.

In ottobre, il 4 all’Antica Trattoria “Al Sole” di Castegnero il tema sarà “Chi la fa l’aspetti: dialoghi sul cibo”, mentre il 25 l’Antico Ristorante Da Primon di Noventa esprime “Sapori di piuma e di pelo: il rito della cacciagione”. La rassegna termina il 15 novembre alla Trattoria Locanda Isetta di Grancona con una serata dal titolo “Dall’osteria della posta alla bottega del caffè.” Ma le Buone Tavole dei Berici si rinnovano anche nei mezzi e nei contenuti. Ad iniziare da una new entry: MiresaTrentin, sorella di Severino e cugina dei fratelli Zamboni, prende il posto di Marisa Ziggiotto alla guida dell’Antica Osteria Toni Cuco di Grancona. Da metà marzo,inoltre si potranno seguire le iniziative delle Buone Tavole su Twitter, Facebook, Bebo, Friendfeed o Viadeo, per citare i più noti social network. Accanto al sito istituzionale (www.lebuonetavoledeiberici.it) sarà attivo anche un blog (http://buonetavoledeiberici.myblog.it).