Beta version

Spoleto si è accesa per “Vini nel mondo”: proposto un modello umbro di promozione

06/06/2012 | Realtà locali
Ha chiuso i battenti l’ottava edizione di “Vini nel mondo”, la kermesse di Spoleto.

Ha chiuso i battenti l’ottava edizione di “Vini nel mondo”, la kermesse di Spoleto che è da anni uno degli eventi più importanti del settore.

“Nel corso dello scorso weekend Spoleto ha rappresentato un palcoscenico eccezionale per presentare le migliore etichette nazionali e le più prestigiose cantine e per gustare il buon vino in abbinamento alle eccellenze agroalimentari del nostro Paese – sottolinea Alessandro Casali, presidente del Gruppo Meet che da sempre organizza “Vini nel mondo”.

“Un evento che punta a creare un modello di promozione dell’Umbria dei vini in giro per il mondo attraverso un marketing territoriale diffuso – continua Casali. Francesco Dammicco, direttore commerciale di Gambero Rosso, quest’anno partner dell’evento, evidenzia “l’importanza del ruolo di vini nel mondo nell’avvicinare giovani, produttori e consumatori”.

L’enologo Marco Sabellico punta l’attenzione sul “programma di degustazioni ricco e articolato con verticali di pregiati vini, tra i quali il Rosso del conte Tasca d’Almerita, i vini arancioni ‘macerati’ e i Supertuscans”.

Numerose le personalità istituzionali che hanno legato il proprio nome alla manifestazione, dalla senatrice Annarita Fioroni alla parlamentare Marina Sereni, all’assessore provinciale al Turismo e all’Agricoltura Roberto Bestini, che hanno presenziato alla cerimonia di inaugurazione con il taglio del nastro da parte del sindaco di Spoleto Daniele Benedetti.