Beta version

Sardegna, calamità: via agli indennizzi agricoli

18/05/2011 | Realtà locali
Dal 20 maggio prenderanno il via i pagamenti degli indennizzi relativi alle calamità naturali degli anni dal 2004 al 2008.

CAGLIARI - Dal 20 maggio prenderanno il via i pagamenti degli indennizzi relativi alle calamità naturali degli anni dal 2004 al 2008.

Lo rende noto l’assessore regionale dell’agricoltura Mariano Contu. Le risorse a disposizione sono in totale circa 47 milioni di euro; di questi, circa 21 milioni e mezzo sono destinati ad offrire ristoro agli agricoltori ed allevatori che hanno subìto danni durante le 13 calamità naturali che si sono registrate in Sardegna nel quadriennio 2004-2007, mentre oltre 25 milioni e mezzo di euro sono a disposizione per gli indennizzi legati alle calamità naturali verificatesi nel periodo di ottobre e novembre 2008.

Per quanto riguarda il quadriennio 2004-2007, su un totale di oltre 29 mila istanze d’indennizzo presentate, circa 23 mila domande sono ora pronte per la liquidazione, 2.000 sono risultate doppie, mentre per quanto riguarda le rimanenti, poco più di 4 mila e 500, è in fase di ultimazione la loro istruzione ed il perfezionamento da parte degli uffici Argea. Sulla base della risorse disponibili sarà riconosciuta ad ogni singola istanza una percentuale di indennizzo rispetto al danno subìto. “Discorso diverso – precisa Mariano Contu - per gli eventi alluvionali verificatisi nel periodo ottobre-novembre 2008, per i quali la Regione conta di poter erogare ristori fino al 100% dei danni riconosciuti ed indennizzabili, anche grazie ai 3 milioni e 640 mila euro giunti qualche giorno fa dal ministero delle Politiche agricole. Per quanto riguarda queste calamità - aggiunge l’assessore - sono state presentate, attraverso due distinti bandi, un totale di 670 istanze: 398 sono già state istruite con esito positivo ed hanno già ricevuto una prima anticipazione del 20% del danno riconosciuto, oltre 53 rigettate e 230 sono in fase di perfezionamento in questi giorni da parte dell’Agenzia regionale per la gestione ed erogazione degli aiuti in agricoltura. Con il ristoro sino al 100 per cento del danno indennizzabile, la Regione vuole inaugurare una nuova sensibilità nei confronti dei nostri agricoltori ed allevatori, pienamente consapevole che i danni subìti, in particolare con le più recenti calamità naturali, sono stati realmente devastanti per le nostre campagne. Vorrei che le risorse che nei prossimi giorni inizieremo a liquidare – conclude l’assessore dell’agricoltura - fossero non soltanto una boccata d’ossigeno a favore del settore agro zootecnico, troppe volte messo a dura prova da siccità, alluvioni, nevicate e trombe d’aria, ma che questi soldi possano realmente aiutare i nostri agricoltori ed allevatori a ritrovare la fiducia nel loro antico e prezioso mestiere, sapendo che la Regione vuole essere al loro fianco, per sostenerli nel mantenimento di un pilastro trainante della propria economia”.