Beta version

Sardegna, 150 ettari a colture energetiche

02/11/2016 | Realtà locali
L’attività della Forestalia ha generato 12 posti di lavoro

La Forestalia Sarda, sede italiana del Gruppo spagnolo Forestalia Renovables specializzato in energie rinnovabili, ha investito 3 milioni di euro nella sua piantagione di colture energetiche in Sardegna, dall’inizio della sua attività nel 2014, quando scommise in maniera decisa sull’isola come luogo di impianto di coltura di biomassa.

La società agricola, con sede a Sassari, avrà la sua prima raccolta di colture energetiche l’anno prossimo. L’attività della Forestalia Sarda ha generato 12 posti di lavoro diretti all’anno, soprattutto nel settore agricolo, nonché numerosi posti di lavoro indiretti derivati dalla sua interazione con diverse aziende locali.

Attualmente, la Forestalia Sarda ha a disposizione oltre 150 ettaricon piantagioni di diversi tipi di eucalipto nel nord Sardegna, nella Nurra e nei dintorni di Ozieri. Nel complesso i terreni affidati a Forestalia rappresentano quasi il 2% della superficie utile allo sviluppo di biomassa produttiva concessi in occupazione temporanea a privati in Sardegna.

In queste piantagioni si sviluppa un’intensa attività di ricerca e sviluppo, che è in grado di garantire tutto il processo, dall’elaborazione della pianta nel vivaio fino al cliente finale, consentendo la produzione di energia elettrica negli impianti di generazione con l’impiego della biomassa.

L’uso della biomassa negli impianti di generazione elettrica offre grandi vantaggi ambientali poiché serve a sostituire elementi, come il carbone d’importazione, con un combustibile pulito, naturale, locale, rinnovabile e sostenibile. La biomassa consente un ciclo neutro di carbonio, molto importante per prevenire e contrastare il cambiamento climatico. Inoltre, le piantagioni portano altri vantaggi ambientali, legati ad un paesaggio alberato.

Le colture energetiche sono varietà scelte di eucalipto piantate in regime agronomico intensivo, in terreni irrigui con irrigazione a goccia. Le piantagioni sono scelte in base alle condizioni dei terreni, rispettando sempre al massimo le best practice ambientali e agrarie. 

Le caratteristiche dei terreni e il clima della Sardegna hanno garantito un eccellente adattamento, crescita e resa delle colture energetiche. Le esperienze avute nei fondi in Sardegna saranno applicate anche alle piantagioni che il Gruppo Forestalia Renovables ha in altri paesi, come la Francia e la Spagna, per fornire le centrali di generazione elettrica simili a quelle presenti in Sardegna.

Il ciclo completo della catena di valore comprende investimenti nella ricerca e lo sviluppo in tecnologia, con l’acquisto di materiale vegetale scelto e l’utilizzo della tecnologia di riproduzione in vivo e in vitro delle varietà vegetali scelte.

L’investimento in ricerca comprende anche la valutazione, zonizzazione e gestione ottimale dei terreni. Il raccolto avviene a cicli che vanno dai 2 ai 3 anni.