Beta version

Salvate le rondini: appello Lipu ad amministratori e agricoltori

11/04/2012 | Agricoltura
L'iniziativa salvarondini di Lipu e Birdlife Italia, per le rondini e contro i cambiamenti climatici

Le rondini provenienti dall’Africa e dirette in Europa negli ultimi anni si sono dimezzate, anche se resta comunque un numero cospicuo di esemplari che viene a nidificare nei Paesi europei in primavera.

E’ quanto scrive la Lipu, precisando che si tratterebbe di almeno 16 milioni di coppie. Tra i principali deterrenti per le rondini figurano l’agricoltura intensiva che ne mette a rischio la sopravvivenza per un uso esagerato di fertilizzanti e di antiparassitari chimici, ma anche la modernizzazione di stalle e fienili. La Lipu invita i sindaci ad approvare una delibera “Salvarondine” per evitare la distruzione dei nidi, vietando i restauri di tetti e cornicioni in questo periodo così cruciale per la riproduzione delle rondini. Inoltre, sarebbe utile mantenere le stalle tradizionali ed i prati stabili, habitat degli insetti utilizzati dalla rondine per nutrire i pulcini. Le rondini subiscono anche gli effetti dei cambiamenti climatici. L’appello è stato rilanciato da Ecoblog.

Spiega la Lipu: “Le popolazioni che svernano a Sud del Sahara stanno spostando, negli ultimi anni, le aree invernali più a Nord, dove però incontrano le aree desertiche. Questo fatto, recentemente scoperto e analizzato, potrebbe portare a consistenti perdite di popolazione e rischi gravissimi per le popolazioni di rondini svernanti nell’area tropicale a Sud del deserto del Sahara”.

L’appuntamento, per chi vuole ammirare le rondini, è con “Spring Alive”, progetto di birdwatching di Lipu-BirdLife Italia, promosso nell’ambito della campagna più ampia avviata da “Birdlife International”, partita a febbraio e che si protrarrà fino a giugno. Per partecipare è sufficiente avvistare una di queste cinque specie: rondine, rondone comune, gruccione, cuculo e cicogna bianca, e segnalare l’avvistamento sul sito www.springalive.net.

Le segnalazioni serviranno a creare una mappa animata con gli uccelli simbolo della primavera avvistati in tutta Europa. Dati che aiuteranno gli ornitologi a capire le abitudini migratorie delle rondini, il loro numero, anche in relazione ai cambiamenti climatici in atto.