Beta version

A Roma economia circolare per i più piccoli

24/11/2016 | Realtà locali
L'evento è organizzato da Terra dei Piccoli Onlus a sostegno dell'infanzia

Parte a Roma il primo esperimento romano di economia circolare e di riuso etico di risorse in favore dei bambini. Accade al Monk, dove il trend sembra essere diventato piuttosto significativo. L’iniziativa si svolge domenica 27 novembre, ed ha finalità benefiche.

Ecco quel che c’è da sapere; selezionate un massimo di 5 articoli che non utilizzate più o, meglio ancora, mai utilizzati. E’ fondamentale che gli articoli portati siano in buone condizioni, indossati poco e/o tenuti con cura, e chiaramente lavati e stirati. Il costo per la partecipazione allo swap party è di 10€ a persona. Lo swap è eco-shopping; significa avere un capo ‘nuovo’ senza comprarlo e senza buttare via quello che non ci piace più.

Si ma quali capi? Abbigliamento, borse, scarpe, occhiali da sole, cinture, orologi, valigie, cappelli, cravatte, sciarpe, libri, CD, DVD. E’ importante l’atteggiamento mentale;  non fate i conti, ad ogni articolo verrà attribuito dal "comitato" organizzatore dell'evento un valore in stelline (da 1 a 3) per facilitare lo scambio. I capi/oggetti non swappati al termine dell’orario indicato saranno tutti devoluti in beneficienza a donne in difficoltà individuate dalla Onlus Terra dei Piccoli

Tutti i capi non swappati saranno donati a donne in difficoltà economica e l’intero ricavato dal party sostiene il primo spazio in Italia dedicato allo swap for baby 0/13: la Bottega dei Piccoli a Roma in via Montaione 44 dove tutti i giorni è possibile incontrarsi per scambiarsi o donare i vestitini dismessi dei figlioletti ormai cresciuti, ma anche libri, giochi e attrezzature sportive.