Beta version

Roma: “Soul Food”, cibo e sostenibilità ambientale

18/04/2011 | Realtà locali
Si rinnova l’appuntamento di “Soul Food”, il progetto ideato da Don Pasta e realizzato insieme a Terreni fertili, giunto alla sua quarta edizione.

ROMA - Si rinnova l’appuntamento di “Soul Food”, il progetto ideato da Don Pasta e realizzato insieme a Terreni Fertili, giunto alla sua quarta edizione.

Gli eventi legati all’anima del cibo che toccano la scienza, l’arte, l’ambiente, il buon mangiare e il buon bere, annaffiati da buona musica, si organizzano in tre giorni, dal 27 al 29 maggio. Le locations saranno diverse e segrete nello spirito delle “Cene Carbonare” (direzione artistica targata The Fooders), l’atteso appuntamento che occuperà tutta la serata del 27 maggio. Le cene sono tematiche e si svolgeranno in abitazioni private, dove “cuochi per passione”, esperti, scienziati, scrittori, stuzzicheranno appetito e dialogo discutendo attorno ad una tavola di carcere, cibo meticcio, ricette con gli avanzi, cibo/teatro, cibo/ambiente, consumi consapevoli e qualità di ciò che mangiamo.

Il 28 maggio l’appuntamento è a piazza Perestrello, nel cuore del quartiere romano di Tor Pignattara. In occasione della riqualificazione della piazza - e nell’ambito delle iniziative volte a promuovere la realizzazione dell’Ecomuseo “Ad Duas Lauros” - Soul Food, il Comitato Torpignattara, i cittadini, i commercianti e le comunità migranti della Marranella, il Collettivo di azione metropolitana Orizzontale e l’associazione di arti urbane Walls organizzano una giornata per scambiare visioni e sapori per la definizione di un nuovo concetto di spazio pubblico. La giornata sarà organizzata come una festa di quartiere con vjset e djset gustosi con “musica speziata”, scambi di ricette e laboratori di giardinaggio per grandi e piccoli. Un cantiere di autocostruzione della piazza, per immaginare insieme un luogo polifunzionale di incontro, gioco, scambio e vitalità, per riempire di senso e sensi uno spazio in divenire al quale tutti sono invitati a partecipare, portando le proprie idee e soprattutto i propri piatti da condividere. ù

Infine, domenica 29 maggio, dal primo pomeriggio fino a tarda sera, “Il Circolo degli Artisti” in via Casilina Vecchia 42 (piazza Lodi), si trasformerà in un mercato che ospiterà produttori “solidali” e artisti, aperitivi con prodotti gastronomici locali, dj set, performance, mostre fotografiche e il progetto “United Food of Rome”. Uno spazio importante sarà dedicato ai laboratori per grandi e piccini. Un appuntamento da non perdere. Per chi vuole che il cibo sia sano anche in città, per scoprire dove acquistarlo e dove si produce. Ma anche un grande appuntamento culturale, che vive l’arte in modo diverso: più sensoriale, più umano e assolutamente mai autoreferenziale.