Beta version

Reggio Emilia: “Cintura verde”, progetto partecipato

21/12/2012 | Realtà locali
Obiettivo dell'incontro è stato quello di definire, insieme ai cittadini e ai rappresentanti del territorio, le linee per la riqualificazione del bacino del Modolena.

E’ iniziato mercoledì 19 dicembre presso il centro sociale Quaresimo di Codemondo (via Pigoni 59) il percorso partecipativo per la rigenerazione del Parco del Modolena e del Quaresimo e la nascita, dopo quelli del Crostolo e del Rodano, del terzo parco fluviale cittadino.

Obiettivo del primo incontro è stato quello di definire, insieme ai cittadini e ai rappresentanti del territorio, le linee per la riqualificazione del bacino del Modolena, un ambito territoriale di grande valore paesaggistico e ambientale, che include anche l’area dei terrazzi del Ghiardo, che è ancora poco conosciuto dai reggiani e dagli stessi abitanti della zona ovest della città.

L’area è candidata a divenire un nuovo parco fluviale pienamente fruibile che, insieme alle aree del Crostolo e del Rodano e ai cunei verdi, completa la “Cintura verde” della città, un’infrastruttura costituita da aree naturali e agricole che abbraccia il capoluogo e contribuisce a innalzare la qualità ambientale, ecologica e sociale del territorio. Il percorso - come già avvenuto in esperienze di partecipazione analoghe quali quelle dedicate a Rodano, Mirabello, Acque Chiare e Reggia di Rivalta – si configura come un processo decisionale, progettuale e gestionale incentrato sulla partecipazione e concertazione tra i soggetti pubblici e i portatori di interesse privati attivi sul territorio.

I diversi attori saranno chiamati a focalizzare e valorizzare le specifiche competenze del territorio, cioè a riconoscerne l’identità storica e la vocazione territoriale, per arrivare quindi alla individuazione di una visione attorno alla quale prenderà corpo il processo strategico di rigenerazione urbano-paesaggistica. E’ stato illustrato, in particolare, il documento di indirizzo del Programma di rigenerazione urbana Parco del Modolena e del Quaresimo, che contiene le principali linee di indirizzo dell'amministrazione comunale, dalle quali partire per condividere insieme una visione strategica sul sistema.

A partire dal mese di gennaio, saranno realizzati dei focus group rivolti ai soggetti organizzati (associazioni, comitati, istituti scolastici, centri sociali, enti pubblici, ect.) e agli operatori imprenditoriali (agricoltori, ecc.). Nel corso degli incontri verranno approfonditi gli obiettivi del Programma di rigenerazione urbana, in particolare: le connessioni per la fruizione del territorio (greenways, punti panoramici, segnaletica); la conoscenza dei luoghi (cartellone eventi, educazione ambientale, campagna comunicativa); come valorizzare e ampliare gli ambienti naturali (torrenti, bosco Rio Coviola, boschi urbani, siepi in territorio rurale, qualità delle acque); concertazione con le aziende agricole (favorire le attività di servizio alla città quali vendita diretta, km 0, ricettività in azienda, educazione ambientale, maneggio, eventi nelle aziende); marchio Modolena e connessione mediante greenways.

I cittadini interessati potranno partecipare alla discussione e formulare proposte attraverso un blog tematico che conterrà tutto il materiale illustrato nel corso dei focus group e che sarà disponibile dalla metà del mese di gennaio all’indirizzo web www.comune.re.it/modolena. Il blog sarà utilizzato sia come mezzo informativo verso gli utenti (attraverso la pubblicazione di aggiornamenti, di foto, di video e di documenti progettuali in itinere durante il processo di progettazione partecipata), sia come strumento di dialogo e confronto con gli utenti stessi, sperimentando l’uso strumenti che consentano all’amministrazione di raccogliere opinioni e proposte via web.

Durante lo svolgimento di tutto il processo partecipativo, l’amministrazione realizzerà una rendicontazione costante di tutte le proposte che emergeranno sia dagli incontri tradizionali sia attraverso il web, portandole infine a sintesi in un progetto unitario che sarà presentato in un incontro pubblico finale.