Beta version

A Milano, con i grandi predatori di Silva

28/02/2014 | Realtà locali
All'incontro di oggi si parlerà dei conflitti tra uomo e grandi predatori carnivori

Chi conosce il fascino e la fragilità di equilibrio della natura si impegna perché le istituzioni, gli operatori del settore e le associazioni sportive di caccia e pesca si comportino in modo responsabile con tutte le attenzioni possibili.

Cultura e formazione. Con questo obiettivo prende il via il ciclo di conferenze, che a partire da oggi offrirà ogni mese un’occasione di dialogo tra operatori e pubblico sul rapporto tra uomo e natura. Le conferenze, organizzate dall’Associazione Culturale Silva, raccoglieranno rappresentanti del mondo accademico, delle Istituzioni, dei Ministeri e delle Regioni. Il primo incontro avrà come tema: “I grandi predatori e le attività antropiche: percorsi per mitigare il conflitto” e si svolgerà oggi a Milano nel Palazzo della Provincia.

Si parlerà dei conflitti tra le attività agricole ed economiche dell’uomo con i grandi carnivori: l’orso, il lupo, la lince. Animali ingiustamente perseguitati in passato perché percepiti come concorrenti dell’uomo e in conflitto con le attività agricole e rurali. L’incontro servirà a sensibilizzare il pubblico sull’arricchimento in termini di biodiversità e sulle possibilità di convivenza. Seguiranno con cadenza mensile le altre conferenze:

• La multifunzionalità della zootecnia di montagna: possibilità economiche e strumento di conservazione ambientale;

• La fauna selvatica vista dai mass media: il ruolo di una corretta comunicazione nel coinvolgimento pubblico;

• Le reti ecologiche e la conservazione della biodiversità: infrastrutture per la tutela ambientale;

• Gli incontri daranno ufficialmente il via all’evento SILVA 2014, in una sorta di percorso introduttivo e di accompagnamento alla prima edizione di questa innovativa fiera.

Un evento innovativo finalizzato a far conoscere le attività tradizionali tipiche del mondo rurale e, insieme, a promuovere un utilizzo sostenibile delle risorse del territorio. Tre i concetti chiave attorno ai quali è stata pensata questa prima edizione: tutela ambientale, amore per la natura, attenzione per la cultura rurale. Su questi tre temi andranno a svilupparsi le molte attività in programma.

 Le consuetudini del mondo agricolo in materia di orticoltura, apicoltura e allevamento saranno vissute in modo ricreativo, e presentate come anticipazione del tema portante di EXPO 2015: Nutrire il Pianeta.

Per coinvolgere il vasto pubblico sono previsti eventi di interesse generale come le fattorie didattiche che accoglieranno le famiglie, i ragazzi e le scuole per far conoscere l'ambiente agricolo, l'origine dei prodotti alimentari, la vita degli animali.

Ci saranno prove cinofile in collaborazione con l’ENCI: dimostrazioni di lavoro con oche e pecore dei Pastori britannici, prove di cani da traccia, le esibizioni di ricerca dei tartufi dei cani specialisti, i Lagotto romagnoli. Esibizioni equestri e dimostrazioni di utilizzo equestre nelle attività di Protezione Civile, battesimo della sella e percorsi a dorso di asino per chi ama il mondo dei cavalli.

Corsi liberi sulla raccolta di funghi e frutti eduli. Corsi base per l’apprendimento delle tecni¬che di pesca sportiva per i neofiti e master specialistici per i professionisti sotto la direzione dei migliori esperti. E molto altro ancora. Non una semplice esposizione dunque, ma un’occasione di incontro e di dialogo per gli appassionati di tutto ciò che concerne l’ambiente naturale, motivo di svago e approccio per i ragazzi delle scuole medie e superiori e per tutti di approfondimento culturale. Anche la scelta di organizzare la fiera in una città come Milano non è un caso ma vuole colmare il divario di conoscenza e di vedute esistente tra le comunità locali agricole e gli abitanti delle grandi città, rispondendo ad un trend, molto sentito soprattutto dalle fasce di cittadini più giovani, di riscoperta del benessere proveniente dalle attività legate al territorio (basti pensare allo sviluppo degli orti urbani), ma anche del piacere di scoprire e gustare le eccellenze dei prodotti tipici locali.

Info e programma su www.silva2014.it