Beta version

Radicchio di Chioggia igp, partita la promozione

09/12/2019 | Realtà locali
La campagna si chiama "L’Europa firma i prodotti dei suoi territori"

La campagna europea di promozione dei prodotti a marchio Dop e Igp prosegue,  accompagnata dal messaggio di impatto “L’Europa firma i prodotti dei suoi territori”. Il programma persegue lo scopo nel corso dei tre anni di informare e ribadire l’importanza dei marchi di qualità europei che garantiscono genuinità e provenienza certificata degli alimenti.

A partire dal mese di ottobre, le attività della campagna vedono come protagonista il Radicchio di Chioggia Igp. Proprio per approfondire il valore e le opportunità legate a tale prodotto, venerdì 8 novembre, presso la sala convegni dell’Ortomercato di Chioggia, in località Brondolo, si è tenuto il workshop dal titolo “Gli itinerari del radicchio di Chioggia Igp, il prodotto promuove il territorio, prospettive per arricchire e diversificare l’offerta turistica locale”, organizzato dal Consorzio di tutela radicchio di Chioggia Igp.

Al centro del Convegno è stato posto un tema strategico, ossia l’importanza che riveste il fattore enogastronomico nel determinare le scelte turistiche. Basti pensare che motiva un viaggiatore su due (48%) a venire in Italia (Ispos-Enit 2017) ed è prioritario anche per i turisti italiani, visto che quasi due su tre (63%) ritengono importante la presenza di un’offerta legata al cibo per scegliere i propri viaggi (I° rapporto sul turismo enogastronomico italiano 2018 Università di Bergamo).

Un processo che trova nel legame tra “beni culturali” e prodotti Dop/Igp un connubio strategico per lo sviluppo di interi territori attraverso il “turismo lento”. Per questo il focus del workshop è stata la creazione di itinerari turistici all’interno dell’area di produzione del radicchio di Chioggia Igp, come elementi per accrescere l’informazione legata alla produzione. Il Radicchio di Chioggia Igp si riconosce per il suo cespo tondeggiante e compatto, con foglie di colore rosso più o meno intenso e con nervature centrali e secondarie bianche.

Sono quindi numerose le qualità del Radicchio di Chioggia Igp che rendono questo ortaggio unico e legato ad una delimitata area di produzione: può essere infatti coltivato solo in dieci comuni delle province di Venezia, Padova e Rovigo e nel rispetto di un preciso Disciplinare di Produzione che garantisce il consumatore sull’origine e la sicurezza del prodotto. Nell’ambito della campagna europea che mira a informare e sensibilizzare i consumatori sulle qualità e le caratteristiche del Radicchio di Chioggia Igp le attività sono iniziate nel mese di ottobre.