Beta version

Provincia di Parma: fondi per agricoltura di montagna

20/04/2011 | Realtà locali
È rivolto agli imprenditori agricoli delle aree svantaggiate della montagna e della collina del Parmense il bando approvato nei giorni scorsi.

PARMA - È rivolto agli imprenditori agricoli delle aree svantaggiate della montagna e della collina del Parmense il bando approvato nei giorni scorsi dalla Giunta provinciale nell’ambito del Prip (Programma rurale integrato provinciale), ai sensi della Misura 211 (indennità a favore degli agricoltori delle zone montane).

A disposizione degli agricoltori quasi un milione e 230mila euro: somma che potrebbe essere integrata nel corso dell’anno fino a oltre due milioni di euro, grazie a nuove assegnazioni di risorse. Lo scopo del bando, elaborato insieme alle Comunità montane, è quello di mantenere le attività agricole nelle aree svantaggiate montane e collinari: la prosecuzione dell’attività agricola in queste aree è infatti indispensabile per tutelare l’ambiente e gli spazi naturali. Il bando, inoltre, contribuirà a compensare il deficit di reddito a carico degli agricoltori delle aree montane caratterizzate da svantaggi naturali.

Per accedere al sostegno gli imprenditori agricoli devono avere un’età inferiore ai 65 anni ed essere titolari di una superficie minima di 5 ettari di Sau (superficie agricola utilizzata), di cui almeno il 50% deve trovarsi in area svantaggiata. Inoltre, l’imprenditore deve impegnarsi a mantenere l’attività per cinque anni dalla presentazione della domanda. L’aiuto, concesso per ettaro di superficie coltivata, è diversificato in funzione del tipo di coltura praticata: 150 euro/ettaro di sostegno massimo per fruttiferi, orti, frutti minori, piante officinali; 100 per ulivo, castagno da frutto, vite; 200 per praticoltura avvicendata e zootecnia; 150 per pascolo prato permanente e zootecnia; 150 per seminativi; 100 per praticoltura avvicendata; 100 per pascolo prato permanente di montagna. Le domande di contributo possono essere presentate fino al 16 maggio 2011, utilizzando l’apposita modulistica scaricabile dal sito di Agrea (www.agrea.regione.emilia-romagna.it) rivolgendosi preferibilmente a un Centro di assistenza agricola autorizzato (Caa). 

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere direttamente al Servizio Agricoltura e Risorse naturali della Provincia (tel. 0521-931508) oppure consultare il sito www.provincia.parma.it.