Beta version

Premiata la storia infinita del vetro a Vetro&Food

06/06/2014 | Ambiente
Piccoli scrittor hanno raccontato le storie del vetro dalla sicurezza alimentare al riciclo

Piccoli scrittori, disegnatori e videomakers hanno raccontato le storie del vetro dalla sicurezza alimentare al riciclo. Il Concorso Vetro&Food, giunto alla sua settima edizione, promosso da Assovetro e CoReVe nell’ambito del Protocollo d’Intesa sottoscritto con il Ministero della Pubblica Istruzione, ha premiato gli alunni più meritevoli.

Nella categoria riservata alla Scuola primaria ha vinto la classe IV della Scuola di Macchiagodena (Isernia) con Processo al Vetro, un racconto che vede l’imputato vetro difendersi brillantemente grazie alle sue qualità portate come prove a favore: sicurezza alimentare, riciclo, conservazione del gusto. Per la categoria Scuola Secondaria di Primo Grado, la prima classificata è stata la classe I della Scuola Giosuè Carducci di Bagheria (Palermo) con Occhio alla Notizia, un video che prende lo spunto da un noto format televisivo e che con quattro servizi illustra i principali pregi del vetro: design e bellezza, sicurezza, raccolta differenziata, riciclo.

“Siamo arrivati - ha dichiarato Giuseppe Pastorino, Presidente della sezione contenitori in vetro di Assovetro - alla settima edizione di questo concorso di educazione ambientale e riscontro con piacere che l’attenzione dei ragazzi per le caratteristiche e qualità del vetro si rinnova di anno in anno, sia sotto il profilo della sicurezza alimentare, sia sotto quello ambientale. Quest’anno abbiamo dato come argomento principale proprio quello della sicurezza alimentare perché ci siamo resi conto che è un tema che sta a cuore ai cittadini, tanto che, secondo una recente ricerca, per l’80% degli italiani è un motivo di preoccupazione”.

La premiazione conferma il successo di una iniziativa di educazione ambientale che esalta la creatività degli alunni delle scuole elementari e medie. Questi artisti in erba, attraverso reportage, interviste, creazioni grafiche, video e disegni riescono a illustrare con fantasia ed originalità tutte le qualità del vetro: i suoi vantaggi per la salute, la sicurezza alimentare, la sua vita infinita, la sua riciclabilità al 100%, la sua bellezza.

Hanno partecipato al concorso le classi quarta e quinta della scuola primaria e le prime e le seconde classi delle scuole secondarie di Primo Grado. “ Straordinaria - afferma Franco Grisan, Presidente di CoReVe - e' stata quest'anno la qualità dei lavori presentati dalle classi e significativo il fatto che entrambi i primi premi siano andati sa scuole del Sud. I dati ci dicono che nel Mezzogiorno i risultati della raccolta differenziata dei contenitori in vetro sono inferiori al resto d'Italia, ma la sensibilità che hanno dimostrato gli insegnanti, gli studenti meridionali e, presumiamo, le loro famiglie, ci rende ottimisti e fa pensare che grandi risultati si potranno avere se le strutture di raccolta saranno all'altezza”