Beta version

Pesche e nettarine in crisi, si va verso misure eccezionali

24/07/2014 | Agricoltura
I prezzi all'origine a metà luglio sono crollati del 35-40% rispetto allo scorso anno

Una incredibile convergenza di fattori totalmente avversi, soprattutto climatici ma anche produttivi, ha fatto precipitare il settore delle pesche e nettarine in una crisi profonda e dai risvolti drammatici.

I prezzi all'origine a metà luglio sono crollati del 35-40% rispetto a quelli dello stesso periodo dello scorso anno e i cali sono diventati anche più sostenuti nei giorni seguenti. La situazione è molto tesa, in particolare tra Francia e Spagna che si scambiano accuse dopo che alcuni carichi di pesche spagnole sono stati distrutti in Francia. L'Italia ha chiesto a Bruxelles l'attivazione delle misure eccezionali, per altro ancora tutte da definire, previste dalla nuova ocm unica per le situazioni di turbativa di mercato. I produttori nel frattempo stanno facendo pressione affinché qualsiasi misura d'emergenza venga scelta sia messa in campo in tempi brevissimi.