Beta version

Pera igp Emilia, rinnovato il disciplinare

24/01/2017 | Realtà locali
Il riconoscimento IGP è una certificazione d’origine

Presentato il nuovo Disciplinare della Pera IGP dell’Emilia Romagna, in corso di approvazione a Bruxelles. Indicazione Geografica Protetta dal 1998, la Pera IGP dell’Emilia Romagna una produzione davvero apprezzata.

Il riconoscimento IGP è una certificazione d’origine che si connette ad un preciso disciplinare di produzione che certifica anche requisiti di qualità, ma è anche un formidabile rafforzativo delle marche dei produttori. L’origine, secondo recenti ricerche, è uno dei fattori chiave per la scelta d’acquisto dei consumatori italiani e per questo è molto importante valorizzare al meglio i prodotti con l’identità certificata. E ciò vle anche per la pera dell’Emilia Romagna, che conta  400 ettari certificati, e un potenziale produttivo di 10.000 tonnellate.

È stato realizzato un refresh del Catalogo di qualità, un volume unico in Italia che rappresenta, in forma iconografica, la qualità del prodotto.

Il Catalogo è consultabile on line nel sito www.csoservizi.com e riporta anche le nuove indicazioni contenute nel disciplinare di produzione in fase di approvazione che andranno a semplificare e ad adattare alcune prescrizioni per l’ottenimento delle Pere IGP.

Le modifiche più significative riguarderanno le modalità di conservazione, le forme di allevamento e di confezionamento. È stato inoltre allargato il territorio di produzione IGP e sono state inserite due varietà estive, Santa Maria e Carmen per completare la gamma varietale ed allargare così il calendario di commercializzazione della pera dell’Emilia Romagna.

photo credit to gustapedia.it