Beta version

Nuovo piano di controllo per il Gorgonzola dop

02/03/2018 | Normativa
Certificazioni di qualità e tranciabilità del prodotto

Presentato a Novara il nuovo “Piano dei controlli” che tutela e garantisce il formaggio Gorgonzola DOP. Ideato dal Consorzio di tutela, realizzato con la collaborazione di CSQA Certificazioni e approvato dal Ministero delle politiche agricole, il nuovo sistema introduce importanti novità a tutela dei consumatori e degli autentici produttori di Gorgonzola DOP.

Alla presenza di oltre 60 aziende della filiera, socie del Consorzio di Tutela, sono state infatti introdotte le nuove procedure per adeguarsi al nuovo Disciplinare di produzione del Gorgonzola DOP voluto dall’organismo Consortile e pubblicato sulla gazzetta ufficiale italiana il 18 ottobre 2017 dopo un processo di verifica accurato da parte del Mipaaf e delle autorità europee.

La modifica del Disciplinare ha interessato in particolare le azioni di certificazione dell’attività di preconfezionamento, anche se al di fuori del territorio di produzione. Da questo momento, infatti, CSQA Certificazioni potrà verificare, ad esempio, che nelle vaschette in plastica si trovi il vero Gorgonzola DOP anche in quei casi in cui il prodotto proveniente  dall’area di produzione tradizionale venga confezionato fuori dall’Italia. Un controllo ulteriore su una fase delicata del processo produttivo che significa garanzia della qualità e tracciabilità del prodotto finito.

“Grazie a questa attività di certificazione - ha dichiarato Pietro Bonato Direttore Generale di CSQA Certificazioni - si compie un ulteriore passo in avanti nella tutela dei produttori da frodi e contraffazioni, fornendo allo stesso tempo una misura di garanzia ulteriore per i consumatori nazionali e internazionali”. Tra le modifiche a garanzia della qualità introdotte con il nuovo Piano dei controlli assume particolare significato anche la nuova azione di ispezione sul periodo massimo di stagionatura delle forme.

“Grazie al supporto dell’ente di Certificazione CSQA, con questo incontro - ha affermato il presidente del Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP Renato Invernizzi - abbiamo voluto sensibilizzare tutte le aziende coinvolte nella filiera del formaggio Gorgonzola DOP, sui cambiamenti del disciplinare di produzione; tra le varie modifiche apportate, una di queste è la certificazione del prodotto preconfezionato anche al di fuori della zona d’origine. Una ulteriore volontà del Consorzio per rafforzare l’azione di certificazione del Gorgonzola DOP, a maggiore garanzia di qualità e tutela verso il consumatore.”