Beta version

Nuova Pac, incontro in Basilicata

16/04/2012 | Realtà locali
Cercare una convergenza che tuteli tutti all'interno della nuova Pac. Il convegno lucano.

“Per l’agosto del 2013 dovremo condividere una decisione nazionale che sappia conciliare le diverse esigenze delle agricolture regionali. L’ampia riforma della Pac dovrà dare le risposte per affrontare le sfide importanti alle quali ci chiama l’Unione europea. Occorre mettere a punto un’azione riformatrice maggiormente orientata verso obiettivi che massimizzino da una parte la ridistribuzione delle risorse e dall’altra un sostegno più mirato”.

E’ quanto ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, in occasione di una tavola rotonda sulla riforma agraria e sulla nuova politica agricola tenutasi a Sant’Arcangelo.

“Gli agricoltori – ha affermato De Filippo - hanno bisogno di politiche che li aiutino a diventare più competitivi e in grado di prevenire e gestire le crisi di mercato, senza dimenticare gli obiettivi di una produzione più sostenibile ed efficiente. Maggiore attenzione – ha aggiunto il presidente - va anche data agli aspetti ambientali e a quelli di una necessaria semplificazione e chiarezza delle linee d’intervento. In linea con quanto dichiarato dal Parlamento europeo deve essere anche sostenuta una maggiore flessibilità di intervento, al fine di disporre di strumenti che siano in grado di fronteggiare gli eventuali stati di crisi del settore, che negli ultimi anni si sono manifestati con un ritmo e un’intensità preoccupanti. La proposta di regolamento – ha concluso De Filippo – offre molteplici opportunità per modulare una distribuzione diversificata sia a livello territoriale che temporale. Per questo motivo auspico che tutti noi sapremo sfruttare adeguatamente il tempo a disposizione per di condividere, nell’agosto del 2013, una decisione nazionale che sappia conciliare le diverse esigenze delle agricolture regionali”.